Campionato del Mondo di Formula Uno FIA 2000
Regolamento Sportivo

Ultimo aggiornamento 22 Dicembre 1999

La FIA organizza il Campionato Mondiale di Formula Uno FIA (il Campionato), di proprietà della FIA e comprendente due titoli di Campione del Mondo, uno per i piloti ed uno per i costruttori. Il campionato è composto dai Gran Premi FIA che sono inclusi nel calendario di Formula Uno, rispetto ai quali l’ASNs e gli organizzatori hanno firmato l’accordo di organizzazione. Tutte le parti (FIA, ASNs, organizzatori, competitori e circuiti) si impegnano ad osservare al meglio le regole del Campionato e devono avere la Super Licenza FIA che è data a piloti, competitori, organizzatori e circuiti.

 REGOLAMENTO

 1) Il testo finale di questo Regolamento Sportivo deve essere la versione inglese che sarà utilizzata per dirimere qualsiasi disputa si verifichi sulla sua interpretazione.

 2) Questo Regolamento Sportivo è stato pubblicato il 30 Ottobre 1998 e diviene effettivo dal 1° gennaio 1999 e sostituisce qualsiasi precedente Regolamento Sportivo del Campionato Mondiale di Formula Uno FIA.

 PREMESSE GENERALI

 3) Tutti i piloti ed i competitori che partecipano al Campionato promettono, a nome di sé stessi, dei propri impiegati ed agenti, di osservare tutte le condizioni del Codice Internationally Sportivo (ISC - il Codice), del Regolamento Tecnico di Formula Uno (il Regolamento Tecnico) e del presente Regolamento Sportivo, assieme a tutte le condizioni del Concordato 1998.

4) Il Campionato è governato dal Concordato e dal suo programma.

5) Qualsiasi regolamento nazionale deve sottostare al regolamento ufficiale FIA per poter includere l’Evento della nazione nel calendario internazionale. Solo dopo approvazione della FIA un regolamento speciale può divenire effettivo per l’evento. La FIA garantirà che tutti i concorrenti vengano informati dell’applicazione di un regolamento speciale.

CONDIZIONI GENERALI

6) E’ responsabilità dei competitori assicurarsi che tutte le persone del proprio staff osservino tutte le regole dell’Accordo, del Regolamento Tecnico e del Regolamento Sportivo. Se il competitore non è in grado di essere di persona all’evento, deve nominare - con delega scritta - un rappresentante. La persona che si occupa dell’intera vettura durante l’evento ha la responsabilità, insieme con il competitore, di assicurare che le regole vengano rispettate.

7) I conocorrenti devono garantire che le proprie vetture si conformano ai requisiti ed alle norme di sicurezza durante le prove pratiche e la gara.

8) La presentazione di una macchina all’esame richiederà una dichiarazione di conformità implicita.

9) Tutte le persone che si occupano delle vetture o che siano presenti per altre mansioni nel paddock, ai box, sulla pit lane o sulla pista devono esporre sempre un pass regolamentare.

LICENZE

10) Tutti i piloti, competitori e partecipanti ufficiali del Campionato devono ottenere la Super Licenza FIA. Le norme per l’ottenimento della Super Licenza devono essere stabilite dalla FIA tramite l’associata ASN.

I nomi dei piloti rimarranno per un anno nella lista delle Super Licenze FIA.

EVENTI DI CAMPIONATO

11) Gli eventi sono riservati per macchine di Formula Uno come definito nel Regolamento Tecnico.

12) Ogni evento avrà lo stato di una competizione ristretta internazionale.

13) La distanza di qualsiasi gara, dal segnale di partenza descritto nell’Articolo 141 alla bandiera a scacchi, deve essere uguale al numero minimo di giri completi che eccedano la distanza di 305 km. Nel caso in cui dopo due ore la gara non sia ancora conclusa, sarà esposta la bandiera a scacchi al leader della corsa quando questi arriva sulla linea di traguardo (la Linea) al termine del giro durante il quale le due ore sono terminate. La Linea di traguardo è una linea singola che attraversa sia la pista che la corsia dei box.

14) Il numero massimo di eventi del Campionato è 17, il minimo è 8.

15) La lista definitiva degli eventi è pubblicata dalla FIA prima del 1° gennaio di ogni anno.

16) Un evento che viene cancellato tramite comunicazione scritta alla FIA meno di tre mesi prima del suo svolgimento, non sarà incluso nel Campionato dell’anno successivo a meno che la FIA non giudichi la cancellazione dovuta a forza maggiore.

17) Un evento può essere cancellato se ci sono meno di 12 macchine per la gara.

CAMPIONATO DEL MONDO

18) Il titolo di Pilota Campione del Mondo di Formula Uno sarà assegnato al pilota che ha realizzato il maggior numero di punti, prendendo in considerazione tutti i risultati ottenuti durante gli eventi ai quali ha preso parte.

19) I punti per il Campionato verranno assegnati solo se il pilota ha guidato la stessa vettura durante la gara dell’evento in questione.

20) Il titolo di Costruttore Campione del Mondo di Formula Uno sarà assegnato al costruttore che ha realizzato il maggior numero di punti, prendendo in considerazione tutti i risultati ottenuti da un massimo di 2 vetture per costruttore.

21) Il costruttore di un motore o di un telaio è la persona che detiene la proprietà intellettuale dei diritti del motore o telaio.

Se il costruttore del telaio non è lo stesso del motore, il titolo sarà assegnato al costruttore del telaio.

22) I punti per entrambi i titoli verranno assegnati per ogni evento, secondo la seguente tabella :

10 punti 6 punti 4 punti 3 punti 2 punti 1 punto

23) Se una gara viene interrotta come descritto negli articoli 155 e 156, e non può essere fatta ripartire, nessun punto verrà assegnato nel caso A, la metà dei punti nel caso B e punteggio pieno nel caso C.

24) I piloti che terminano primo, secondo e terzo nel Campionato devono essere presenti all’annuale cerimonia di Consegna del Premio della FIA.

FINIRE ALLA PARI

25) I premi ed i punti assegnati a tutti i concorrenti che sono pari, saranno divisi equamente.

26) Se due o più costruttori o piloti terminano la stagione con lo stesso numero di punti, la posizione più alta nella classifica per il Campionato sarà assegnata a :

a) colui che detiene il maggior numero di primi posti;

b) se il numero di primi posti è lo stesso, colui che detiene il maggior numero di secondi posti

c) se il numero di secondi posti è lo stesso, colui che detiene il maggior numero di terzi punti e si prosegue così finche non si stabilisce un vincitore.

d) se questa procedura non dovesse stabilire un vincitore, verrà nominato dalla FIA secondo i criteri che riterrà opportuni.

PROMOTORI

27) La richiesta di promozione di un evento deve essere fatta all’ASN del paese nel quale si deve svolgere l’evento, e sarà sottoposta alla FIA. Deve essere accompagnata da una nota scritta che il promotore ha svolto i progetti secondo i termini stabiliti dalla FIA per assicurarsi la partecipazione dei concorrenti, e la i cui partecipazione sia solamente condizionata dal fatto che la FIA inserisca l’evento nel calendario del Campionato della FIA.

ORGANIZZAZIONE DELL’EVENTO

28) Un organizzatore è l’associazione nominata in accordo con il Concordato, che ha la responsabilità dell’evento. Da quando si decide di concedere l’organizzazione dell’evento, la FIA richiederà all’ASN locale di organizzarlo o di nominare un organizzatore. Se l’ASN non è in grado di farlo, l’organizzatore verrà nominato direttamente dalla FIA. L’organizzatore deve essere un club o un’associazione accettata dalla FIA e deve accordarsi a quanto stabilito nel Concordato della FIA.

29) Ogni organizzatore deve fornire alla FIA le informazioni specificate nell’Appendice 1, parte A, non meno di 90 giorni prima dell’evento. La FIA, se trova le informazioni soddisfacenti, completa la parte B e avverte tutti i concorrenti non meno di 60 giorni prima dell’evento.

ASSICURAZIONE

30) Il promotore dell’evento deve controllare che tutti i concorrenti, il loro personale e i piloti siano coperti da un’assicurazione verso terze parti come richiesto nel Concordato.

31) Novanta giorni prima dell’evento, il promotore deve spedire alla FIA i dettagli dei rischi coperti dalla polizza di assicurazione che deve conformarsi alle leggi nazionali. La polizza di assicurazione deve essere disponibile per la visione, se richiesta, dei concorrenti.

32) L’assicurazione verso terze parti stipulata del promotore deve essere in aggiunta, e non deve pregiudicare, eventuali polizze personali stipulate dal concorrente o da qualsiasi altro partecipante all’evento.

33) I piloti che prendono parte all’evento non devono essere terze parti di altri piloti.

DELEGATI DELLA FIA

34) Per ogni evento la FIA nominerà i seguenti delegati :

- delegato della sicurezza;

- delegato medico;

- delegato tecnico;

- delegato ufficio stampa

e può nominare :

- un rappresentante del Presidente della FIA;

- un osservatore

- un consulente del commissario di gara;

- un pilota della safety car;

- un pilota dell’ambulanza

35) Il ruolo dei delegati della FIA è di aiutare i commissari dell’evento nei loro compiti, controllare che svolgano i loro compiti in modo che tutte le regole del Campionato siano rispettate, per fare qualsiasi commento che giudichino necessario e per stilare qualsiasi rapporto necessario che riguardi l’evento.

36) Il delegato tecnico nominato dalla FIA sarà responsabile delle osservazioni e avrà piena autorità al di sopra degli osservatori nazionali.

UFFICIALI

37) I seguenti ufficiali verranno nominati dalla FIA:

- Due rappresentanti, di cui uno nominato responsabile per le verifiche della super licenza FIA di nazionalità diversa da quella dell’organizzatore.

I due rappresentanti FIA decideranno chi, tra loro, sarà il presidente. Conformemente all’articolo 134 del Codice, i rappresentanti dell’evento opereranno come un’associazione sotto l’autorità del presidente.

- un direttore di gara.

- uno starter

38) I seguenti ufficiali verranno nominati dall’ASN per le verifiche della super licenza FIA, e i loro nomi devono essere inviati alla FIA assieme con la richiesta di organizzazione dell’evento :

- Un rappresentante dell’ASN nazionale

- Il cancelliere della gara

39) Il cancelliere della gara dovrà lavorare a stretto contatto del direttore di gara. Il direttore di gara avrà autorità nelle seguenti questioni ed il cancelliere della gara potrà dare ordini solo dietro espressa approvazione :

a) controllo delle pratiche e della gara, rispetto degli orari e, se ritiene necessario, fare proposte agli steward per modificare gli orari in accordo con il Codice o con il Regolamento Sportivo,

b) l’arresto di qualsiasi vettura in accordo con il Codice o con il Regolamento Sportivo,

c) l’arresto delle pratiche o della gara in accordo con il Regolamento Sportivo se ritiene che non sia sicuro proseguire e assicurarsi che la procedura di ripartenza venga svolta nella maniera corretta,

d) la procedura di partenza,

e) l’uso della safety car.

40) Il direttore di gara, il cancelliere della gara ed il delegato tecnico devono essere presenti all’evento dalle 10.00 del primo giorno gli stewards dalle 15.00 dello stesso giorno.

41) Il direttore di gara deve essere in contatto costante con il cancelliere della gara ed il presidente dei rappresentanti quando le vetture possono scendere in pista. Inoltre, in questo frangente, il cancelliere di gara deve rimanere in contatto radio con tutti i commissari di percorso sparsi lungo la pista.

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ALLE COMPETIZIONI

42) Le richieste di partecipazione al Campionato devono essere sottoposte al giudizio della FIA tra il primo marzo di due anni prima dell'inizio del campionato al quale il concorrente intende partecipare, ed il 15 novembre immediatamente precedente al suddetto campionato, utilizzando il modulo dell'appendice 2 e versando la caparra come stabilito dell'articolo 45. La FIA comunicherà l'accettazione o meno entro trenta giorni dalla ricezione del modulo. I concorrenti accettati sono automaticamente accettati in tutti gli eventi del campionato per il quale si sono iscritti.

43) Le richieste dovranno includere :

a) la conferma che il richiedente ha letto, è d’accordo e si impegna per proprio conto e per conto dei suoi dipendenti a rispettare il Concordato, il Codice, il Regolamento Tecnico ed il Regolamento Sportivo,

b) il nome del team (che deve includere il nome del telaio),

c) il nome del costruttore della vettura,

d) il nome del costruttore del motore,

e) i nomi dei piloti. Un pilota può essere nominato dopo il pagamento della quota d’iscrizione fissata dalla FIA,

f) la promessa di intervenire a tutti gli eventi con il numero di vetture e piloti specificato,

g) l’impegno che la vettura non sia fatta utilizzando qualsiasi componente, sistema, software o dispositivo che non sia stato (o che si supponga non sia stato) approvato dal Regolamento Tecnico.

44) Un competitore può cambiare il costruttore e/o il tipo di motore in qualsiasi momento durante il Campionato. Tutti i punti segnati con il motore di un costruttore diverso da quello con il quale si è iniziato il Campionato verranno conteggiati (e quindi aggregati) per l’assegnamento dei benefit e per la determinazione della posizione del team in fase di pre-qualificazione, ma non saranno tenuti in considerazione per il Campionato Costruttori FIA.

45) Ad l’eccezione di quelli le cui vetture hanno totalizzato punti nel Campionato dell’anno precedente, i concorrenti devono fornire informazioni sulle dimensioni della scuderia, sulla situazione finanziaria e sulla capacità di onorare i propri impegni.

I concorrenti che non hanno preso parte al campionato dell’anno precedente devono inoltre depositare una cauzione di 48.000.000 di dollari all’atto della richiesta di iscrizione presentata alla FIA. Questa somma verrà rimborsata in un unica soluzione nel caso in cui la candidatura non venga accettata o in dodici rate mensili (con interessi) a partire dalla prima gara della stagione nel caso in cui si siano sempre conformati a quanto stabilito nel Concordato. Se il candidato non riesce a partecipare per l'anno di candidatura e promette un ritardo di un solo anno, verranno trattenuti 12.000.000 di dollari; per la stagione successiva il candidato dovrà ripagare l'intera cauzione.

46) La FIA pubblicherà la lista delle vetture e dei piloti con il loro numero di gara, in accordo con le scuderie, il giorno 1 dicembre (o il lunedì successivo nel caso in cui il primo dicembre cada in un fine settimana), avendo prima notificato eventuali veti negativi come previsto dall’Articolo 42.

47) non saranno ammesse più di 24 vetture nel Campionato, due per ogni scuderia.

48) Se la Commissione della Formula Uno rileva che una scuderia opera in modo non compatibile con gli standard del Campionato, o tenta di rovinare la reputazione del Campionato, la FIA la può escludere dal Campionato.

PASS

49) Non possono essere accordati pass al di fuori di quanto specificato nel Concordato. Un pass può essere usato solo dalla persona e per lo scopo per il quale è stato rilasciato.

ISTRUZIONI E COMUNICAZIONI AI CONCORRENTI

50) In circostanze eccezionali, i commissari possono dare istruzioni ai concorrenti emanando speciali circolari in accordo con il Codice. Queste circolari verranno distribuite ai concorrenti i quali devono riconoscere di averle ricevute.

51) Tutte le classifiche ed i risultati di prove pratiche e gara, così come tutte le decisioni prese dai commissari, verranno esposte nella bacheca ufficiale.

52) Qualsiasi decisione o comunicazione che riguarda un particolare concorrente, gli deve essere notificata entro 25 minuti da quando è stata decisa ed il ricevente deve prenderne atto.

INCIDENTI

53) Per incidente si intende un caso o una serie di casi che coinvolgono uno o più piloti, o qualsiasi azione svolta da qualsiasi pilota che sia segnalata al direttore di gara dagli steward per il quale :

- è necessario interrompere la gara come da Articolo 155;

- si verifichi una violazione di questo Regolamento Sportivo;

- si causi una falsa partenza di una o più vetture;

- si causi una collisione;

- mandi il pilota fuori dalla pista;

- impedisca in maniera scorretta la corretta manovra di sorpasso di un pilota;

- impedisca in maniera scorretta un altro pilota durante il sorpasso.

54)

a) E’ a discrezione dello steward decidere, su rapporto o richiesta del direttore di gara, se uno o più piloti coinvolti in un incidente devono essere penalizzati.

b) Se si sta investigando su di un incidente, questo dovrà essere comunicato sui monitor di tutti i Team.

c) Se un pilota è coinvolto in un incidente (vedi Articolo 53), non può lasciare il circuito se il commissario di percorso non ha dato la sua autorizzazione entro trenta minuti dalla fine della gara.

55) Gli steward possono imporre una penalità di 10 secondi a qualsiasi pilota coinvolto in un incidente. In ogni modo, se la suddetta penalizzazione viene comminata durante gli ultimi 5 giri, o dopo la fine della gara, l’Articolo 56 b) non sarà applicato e verranno sommati 25 secondi al tempo totale di gara del pilota interessato.

56) Nel caso in cui lo steward imponga un tempo di penalizzazione, la procedura da seguire sarà la seguente :

a) Lo steward devono dare una notifica scritta della penalizzazione ad un ufficiale del Team interessato e deve assicurarsi che questa informazione compaia sui monitor.

b) Da quando la comunicazione viene notificata, il pilota interessato non potrà fare più di tre giri prima di entrare ai box dove dovrà rimanere per il tempo previsto dalla penalizzazione.

Durante questo periodo di tempo la vettura deve rimanere ferma e non è possibile lavorarci sopra. In ogni modo, se si ferma il motore, può essere riacceso dopo che è passato il tempo di penalizzazione.

c) Una volta terminato il tempo di penalizzazione, il pilota può riprendere la gara.

d) Qualsiasi violazione agli articoli 56 b) o 56 c) comporterà l’esclusione della vettura dalla gara.

57) Qualsiasi penalizzazione imposta in base all’Articolo 55 non dovrà pregiudicare le operazioni degli Articoli 160 o 161 del Codice.

PROTESTE

58) Le proteste dovranno essere fatte in conformità al Codice ed accompagnate da una tassa di 2.500 franchi svizzeri o equivalente in dollari statunitensi o in valuta locale.

SANZIONI

59) Gli steward possono infliggere le penalizzazioni previste in questo Regolamento Sportivo in aggiunta o al posto di qualsiasi altra penalizzazione definita nel Codice.

CAMBIO DI PILOTA

60) Durante una stagione, ogni scuderia potrà eseguire un solo eventuale cambio di pilota per la prima vettura ed avere tre piloti per la seconda vettura che possono essere cambiati in qualsiasi momento a patto che ciò non vada contro il Codice e che venga fatto prima dell’inizio delle qualifiche.

Dopo le ore 16.00 del giorno delle qualifiche, un cambio di pilota può essere effettuato solo con il consenso degli steward.

In tutti gli altri casi i competitori devono utilizzare i piloti designati all’inizio del Campionato tranne in casi di forza maggiore, casi che verranno decisi di volta in volta. Qualsiasi nuovo pilota può ottenere punti per il titolo.

GUIDA

61) Il pilota deve guidare da solo e senza aiuti esterni.

LIVREA DELLE VETTURE

62) La richiesta del Codice relativa ai colori nazionali non è applicata al Campionato.

Entrambe le vetture di una scuderia devono presentare, sostanzialmente, la stessa livrea a qualsiasi evento, ogni cambiamento durante il Campionato può essere fatto solo d’accordo con la Commissione FIA della Formula Uno.

63) Ogni vettura deve portare il numero del suo pilota (o del sostituto) come segnalato alla FIA all’inizio della stagione.

Quando la vettura è inquadrata su un monitor di 25cm e lo riempie in almeno una dimensione, il suo numero di gara deve essere leggibile dal davanti e da entrambi i lati.

64) Il nome o lo stemma del costruttore della vettura deve apparire sul musetto della vettura e non deve essere più stretto di 25mm. Il nome del pilota può apparire sulla tuta, sulla scocca o sul casco e deve essere leggibile.

TEST

65) I test non sono permessi :

a) su qualsiasi circuito al di fuori dell’Europa ad eccezione dei test organizzati dal CRH;

b) su qualsiasi circuito durante i 7 giorni che precedono il giorno della gara tranne per un shakedown inferiore ai 50km che deve essere seguito da un rappresentante dell’ASN;

c) su qualsiasi circuito tra la fine del Campionato ed il 1° dicembre;

d) su qualsiasi circuito che ha ospitato, o ospiterà, un evento durante il Campionato con eccezione dei circuiti che ospiteranno i Gran Premi di Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna;

e) su circuiti che non sono approvati per la Formula 1.

Se qualsiasi test deve essere svolto da più di una scuderia, i team stessi dovranno informarne la FIA. Un rappresentante verrà designato dalla FIA per seguire i test ed assicurare la sicurezza della pista e che vengano rispettate le normali procedure di gara.

CORSIA DEI BOX

66)

a) La corsia dei box è divisa in due corsie. Quella più vicina al muretto è denominata la "linea veloce" e quella vicina ai garage è denominata la "linea interna" ed è la sola area nella quale si può lavorare sulla vettura.

b) I competitori non devono dipingere linee in qualsiasi parte della corsia box.

c) Nessun equipaggiamento deve essere lasciato nella linea veloce. Una vettura può entrare o rimanere nella linea veloce solo se il pilota è seduto in macchina con il volante nella posizione normale, anche quando la macchina viene spinta.

d) Al personale delle scuderie è permesso stare nella corsia box immediatamente prima che inizino a lavorare su una vettura e la devono lasciare il più presto possibile.

e) E’ responsabilità del concorrente far ripartire una vettura dopo il pit stop solo quando è sicura.

CONTROLLI SPORTIVI

67) Ogni concorrente deve essere in possesso della Super Licenza a disposizione di controlli in qualsiasi momento durante l’evento.

68) Al primo evento della stagione la FIA controllerà tutte le licenze.

69) A nessun concorrente, pilota o qualsiasi altra persona che ha a che fare con una vettura, può essere richiesto di firmare documenti oltre a quelli definiti nel Concordato.

CONTROLLI

70) I controlli delle vetture verranno fatti nei tre giorni (quattro per Monaco) prima della gara tra le 10 e le 16 nei box assegnati ad ogni scuderia.

71) A meno che non venga accordata dai commissari, ai concorrenti che non rispettano questi tempi, non sarà permesso di prendere parte all’evento.

72) Le vetture che non sono state sottoposte a controlli non possono partecipare all’evento.

73) chi esegue i controlli può:

a) verificare che le vetture dei concorrenti abbiano i requisiti richiesti in ogni momento durante l’evento,

b) richiedere che la vettura venga smontata per assicurarsi che i requisiti richiesti siano rispettati,

c) richiedere che il concorrente paghi le spese comportate dall’applicazione di questo articolo,

d) richiedere al concorrente qualsiasi parte o campione che ritengano necessario.

74) Qualsiasi vettura che, una volta passati i controlli, venga modificata, o che rimanga coinvolta in un incidente, deve ripresentarsi ai controlli.

75) Il direttore di gara o il cancelliere della corsa possono richiedere che, una vettura coinvolta in un incidente, venga fermata e controllata.

76) I controlli verranno eseguiti da personale ufficiale che è anche responsabile delle operazioni del parco chiuso.

77) I commissari pubblicheranno i risultati dei controlli ogni volta che una vettura viene controllata durante l’evento. Questi risultati non possono includere alcuna figura a parte quelle già presenti nel Regolamento Tecnico.

FORNITURA DI PNEUMATICI NEL CAMPIONATO E LIMITAZIONI DI PNEUMATICI DURANTE L’EVENTO

78) Fornitura di pneumatici :

a) Qualsiasi ditta produttrice di pneumatici che intende fornire gomme alle squadre di Formula Uno, lo deve notificare alla FIA non oltre il primo gennaio dell’anno durante il quale intendono fare la fornitura.

b) Nel Campionato non possono essere utilizzati pneumatici purché la ditta che li produce accetti e si adatti alle seguenti condizioni :

- fornitore unico : questa compagnia deve equipaggiare il 100% dei team

- due fornitori : ognuno di essi deve essere in grado di equipaggiare almeno il 60% dei team

- tre o più fornitori : ognuno di essi deve essere in grado di equipaggiare almeno il 40% dei team

- ogni fornitore deve impegnarsi a fornire solo due tipi di pneumatici da asciutto e tre tipi di pneumatici da pioggia ad ogni evento, ognuno dei quali deve essere fatto con composti omogenei.

- se, nell’interesse del mantenimento della sicurezza, la FIA ritiene necessario ridurre il grip, verranno introdotte specifiche regole alle quali i fornitori di pneumatici si devono adeguare; in queste regole sarà specificata la massima area di contatto delle ruote anteriori e posteriori permessa.

79) quantità e tipi di pneumatici :

a) Lo stesso pilota non può utilizzare più di 32 pneumatici da asciutto e 28 pneumatici da pioggia durante tutta la durata dell’evento.

Prima di iniziare le qualifiche ogni pilota può usare due tipi di pneumatici da asciutto ma deve, prima di iniziare le qualifiche, scegliere quale tipo di pneumatico userà per il resto dell’evento.

Per le qualifiche, il warm up e la gara ogni pilota non può usare più di 28 pneumatici (14 anteriori e 14 posteriori).

b) Tutti i pneumatici da asciutto devono avere delle scanalature perpendicolari all’asse della ruota e che intorno a tutta la circonferenza della superficie di contatto di ogni pneumatico.

c) Ogni pneumatico anteriore da asciutto deve avere, da nuovo, 4 scanalature che siano :

- simmetriche rispetto al centro del battistrada;

- larghe almeno 14mm al contatto con l’asfalto e che si restringano uniformemente fino ad un minimo di 10mm;

- profonde almeno 2,5mm su tutta la superficie;

- 50mm (+/- 1,0mm) l’una dall’altra;

Inoltre la larghezza totale dei pneumatici anteriori non deve superare i 270mm.

d) Ogni pneumatico posteriore da asciutto deve avere, da nuovo, 4 scanalature che siano :

- simmetriche rispetto al centro del battistrada;

- larghe almeno 14mm al contatto con l’asfalto e che si restringano uniformemente fino ad un minimo di 10mm;

- profonde almeno 2,5mm su tutta la superficie;

- 50mm (+/- 1,0mm) l’una dall’altra;

Le misure dei punti c) e d) verranno prese con il pneumatico montato sul cerchione e ad una pressione di 20 psi.

e) I pneumatici da bagnato sono quelli stabiliti per l’uso con pioggia o pista bagnata.

Tutti i pneumatici da bagnato devono avere, da nuovi, un’area di contatto che non superi i 300 cm² per l’anteriore ed i 475 cm² per i posteriori. L’area di contatto verrà misurata su ogni sezione del pneumatico in maniera simmetrica rispetto alla linea centrale del battistrada e che misuri 200mm x 200mm per l’anteriore e 250mm x 250mm per il posteriore. Per stabilire la conformità verranno prese in considerazione solo le aree di non contatto con una profondità maggiore di 2,5mm.

Prima che vengano utilizzate in un evento, il costruttore di pneumatici deve fornire al delegato tecnico della FIA le specifiche di ogni tipo di pneumatico da bagnato che verrà utilizzato. Ad eccezione del giorno della gara, i pneumatici da pioggia possono essere utilizzati solo dopo che la pista sia stata dichiarata bagnata dal direttore di gara e, durante il resto dell’evento, la scelta dei pneumatici è libera.

f) Le specifiche per i pneumatici saranno stabilite dalla FIA non più tardi del primo settembre della stagione precedente. Una volta stabilite, le specifiche dei pneumatici non potranno essere più cambiate nel corso del Campionato senza l’assenso della Commissione della Formula Uno.

80) Controllo dei pneumatici :

a) tutti i pneumatici utilizzati in un evento verranno marchiati con simboli univoci.

b) In qualsiasi momento durante l’evento, e a sua assoluta discrezione, il tecnico delegato della FIA può scegliere un qualsiasi pneumatico utilizzato da un qualsiasi team dalle gomme fornite dal costruttore per quell’evento.

c) Durante i controlli della vettura ogni concorrente può avere 44 pneumatici da asciutto e 36 da bagnato nel box, per la marchiatura. I pneumatici non marchiati durante i controlli possono essere marchiati successivamente in accordo con il delegato tecnico della FIA.

d) Dai 28 pneumatici da bagnato scelti per ogni vettura per qualifiche, warm up e gara, il tecnico delegato della FIA ne potrà scegliere 16 a caso (otto anteriori e otto posteriori) che siano i soli pneumatici da asciutto che la vettura può utilizzare durante le qualifiche.

e) I concorrenti che vogliano sostituire un pneumatico nuovo già marchiato con un altro pneumatico nuovo non marchiato, devono presentarli entrambi al tecnico delegato della FIA.

f) E’ vietato l’uso di pneumatici non marchiati.

81) Logorio dei pneumatici :

Il Campionato si deve fare con pneumatici con scanalature. La FIA si riserva il diritto di introdurre in qualsiasi momento un nuovo metodo di misurazione della profondità rimanente dei solchi se si verifica il caso che le prestazioni si migliorano grazie all’uso di pneumatici sui quali i solchi diventano invisibili.

PESATURA

82)

a) Durante le prove di qualificazione le vetture verranno pesate nel seguente modo:

1) La FIA installerà gli strumenti di misura in un’area il più vicino possibile ai box, quest’area verrà utilizzata per la procedura di pesatura;

2) le vetture da pesare verranno scelta a caso. Il delegato tecnico della FIA informerà il pilota che la sua vettura è stata scelta per la pesatura, tramite una luce rossa all’ingresso della corsia dei box.

3) dopo aver ricevuto la segnalazione (tramite la luce rossa) che la sua vettura è stata scelta per la pesatura, il pilota si deve dirigere nell’area di pesatura e deve spegnare il motore;

4) la vettura sarà pesata ed il risultato notificato al pilota per iscritto;

5) se la vettura non è in grado di raggiungere l’area di pesatura, sarà posta sotto controllo esclusivo dei commissari di gara che la porteranno nell’area di pesatura;

6) una vettura o un pilota non possono lasciare l’area di pesatura senza il consenso del tecnico delegato della FIA.

7) Se una vettura si ferma sul tracciato ed il pilota rientra a piedi ai box, deve sottoporsi subito alla pesatura.

b) Dopo la gara ogni vettura che passa la linea del traguardo verrà pesata. Se un pilota deve lasciare la vettura prima che siano stati pesati, può chiedere al delegato tecnico di pesarlo e di sommare successivamente il suo peso a quello della vettura.

c) Nel caso in cui il peso sia minore di quanto specificato nell’articolo 4.1 del Regolamento Tecnico, la vettura ed il pilota verranno esclusi dalla gara a meno che la mancanza di peso non sia dovuta ad una perdita accidentale di qualche parte della vettura.

d) Nessuna sostanza solida, liquida o gassosa o di qualsiasi altra natura può essere aggiunta o rimossa dalla vettura dal momento in cui viene scelta per la pesatura, o dalla fine della gara o durante la procedura di pesatura (salvo eventuali prelievi eseguiti dai commissari di gara).

f) Solo commissari o ufficiali possono entrare nell’area di pesatura. Nessun intervento di alcun tipo è permesso senza la loro autorizzazione.

83) Qualsiasi violazione a queste specifiche per la pesatura, comporteranno l’esclusione della vettura.

REQUISITI GENERALI DELLE VETTURE

84) Nessun segnale si nessun tipo può passare tra una vettura in movimento e chiunque sia collegato alla vettura o al pilota tranne che per i seguenti casi:

a) Messaggio leggibile dal muretto dei box.

b) Segnali fatti dal pilota.

c) Segnali di telemetria dalla vettura ai box.

d) Segnalatori di giri dai box alla vettura. Il trasmettitore di giri deve essere a batteria e deve essere scollegato da qualsiasi altro strumento dei box e incapace di ricevere informazioni esterne.

Questo trasmettitore deve operare su una frequenza superiore ai 10Ghz (con onde radio o ottiche) e con un raggio di non più di 36° e non deve segnalare altro che il segnale del numero di giri dai box alla vettura.

e) Comunicazioni verbali tra il team ed il pilota tramite radio.

f) Radiazioni elettromagnetiche con frequenze comprese tra i 2 ed i 2.7Ghz sono vietate salvo consenso scritto da parte della FIA.

85) Registratore di incidente:

a) Ogni vettura deve essere equipaggiata con un registratore di incidente fornito dalla FIA durante ogni evento ed in tutti i test nei quali ci sia più di una squadra. Il solo scopo di questo registratore è di monitorare e registrare dati in caso di incidente.

b) Il registratore ed i suoi sensori devono essere montati secondo le istruzioni della FIA.

c) In qualsiasi momento successivo all’incidente, il concorrente deve rendere disponibile questo registratore alla FIA. Un rappresentante del team deve essere presente all’atto dello scarico dei dati. Una copia dei dati è a disposizione del Team.

d) Qualsiasi conclusione sulle cause dell’incidente può essere pubblicata solo nella forma stabilita dal Team e dalla FIA.

MULETTO

86) Un concorrente può usare diverse vetture per le pratiche e la gara in modo che:

a) usi non più di due vetture per le prove libere in ognuno dei due giorni di prove.

b) usi non più di tre vetture durante le qualifiche.

c) siano dello stesso costruttore e dello stesso concorrente

d) siano state controllate secondo quanto specificato da questo regolamento sportivo.

e) ogni macchina porti il numero di gara del suo pilota.

87) Il cambio di vettura può avvenire solo ai box sotto la supervisione di un commissario.

88) Non è permesso nessun cambio di vettura dopo l'inizio del giro di formazione a meno che la partenza non sia ritardata o la gara non sia stata interrotta prima che il pilota in testa abbia compiuto due giri. In questi casi non è permesso nessun cambio di vettura dopo l'inizio del nuovo giro di formazione immediatamente precedente al via.

SICUREZZA GENERALE

89) Verranno date istruzioni ufficiali ai piloti sui significati dei segnali stabilito dal codice. I concorrenti non devono utilizzare bandiere simili in nessun momento.

90) Ai piloti è severamente vietato guidare la vettura in senso contrario alla gara a meno che non sia necessario per spostare la vettura da una posizione pericolosa. Una vettura può essere spinta via da una posizione pericolosa solo sotto la supervisione di un commissario di percorso.

91) Ogni pilota che deve lasciare la pista o andare ai box deve segnalare le sue intenzioni ed essere sicuro di poterlo fare senza pericolo.

92) Durante le pratiche e la gara i piloti possono usare solo la pista e devono osservare le specifiche del Codice per la loro condotta di guida.

93) Un pilota che abbandona la propria macchina deve lasciarla in folle con la frizione staccata ed il volante inserito.

94) Le riparazioni alla vettura possono essere eseguite solo nel paddok, nei box e sulla griglia.

95) Gli organizzatori devono provvedere che vi siano almeno due estintori di 5kg per ogni box e si devono assicurare che funzionino.

96) Ad eccezione di quanto espresso nell’Articolo 138, i rifornimenti sono consentiti solo ai box.

97) Il pilota può rimanere sulla vettura durante il rifornimento ma, a meno che non venga utilizzato un sistema approvato dalla FIA, il motore deve essere spento.

Il sistema di rifornimento di gara non può essere usato durante, o immediatamente dopo, qualsiasi prova pratica. Quando viene usato durante la gara, tutti i meccanici del team che lavorano sulla vettura devono indossare tute ignifughe che proteggano tutte le parti del corpo. I concorrenti si devono assicurare che vi sia un meccanico con un estintore (di capacità minima di 2.5kg) pronto ad intervenire dietro la vettura durante tutta l’operazione di rifornimento.

98) E’ vietato il rifornimento di olio durante la gara. Tutti i tappi per il rifornimento dell’olio devono essere fatti in modo che possano essere sigillati dai commissari.

99) A parte specifiche eccezioni stabilite dal Codice o da questo regolamento sportivo, nessuno tranne il pilota può toccare una vettura ferma a meno che non sia ai box o sulla griglia di partenza.

100) In nessun caso una vettura può andare contro mano nella corsia dei box a meno che non sia spinta manualmente.

101) Nel periodo compreso tra 15 minuti prima dell’inizio e 5 minuti dopo ogni sessione di pratiche e nel periodo compreso tra l’inizio del giro di formazione che precede la gara ed il momento in cui tutte le vetture sono nel parco chiuso, a nessuno è permesso entrare in pista fatta eccezione per:

a) Commissari o altro personale autorizzato nell’esecuzione dei loro doveri.

b) Piloti durante la guida o a piedi se autorizzati da un commissario di gara;

c) Personale delle scuderie che stanno liberando la griglia dopo che tutte le vetture sono partite per il giro di formazione;

d) Meccanici solo per quanto riguarda l’Articolo 140.

102) Durante una gara il motore può essere acceso con un macchinario apposta solamente :

a) nella corsia dei box dove è permesso l’uso di un sistema di accensione esterno o;

b) nei casi previsti dall’Articolo 145 c) o d).

103) I piloti che prendono parte a pratiche e gara devono sempre indossare la tuta e l’elmetto come specificato dal Codice.

104) Verrà imposto, nella corsia dei box, un limite di velocità di 80km/h durante le pratiche e di 120km/h durante la gara, a meno che la Commissione di Formula Uno non decida diversamente.

Tranne che per la gara, qualsiasi pilota che eccede questo limite verrà multato di 250US$ per ogni km/h al di sopra del limite (questa sanzione verrà aumentata in caso di seconda inadempienza nella stessa stagione). Durante la gara il commissario può imporre una penalizzazione a tempo a chi eccede questo limite.

105) Nel caso in cui un pilota abbia problemi meccanici durante le pratiche o la gara, deve lasciare la pista il più presto possibile per preservare la propria sicurezza.

106) La luce rossa posteriore delle vetture deve essere illuminata in qualsiasi momento quando si muove su pneumatici da pioggia. E' a discrezione del commissario di gara decidere se una vettura deve essere fermata nel caso in cui la luce sia spenta. Se una vettura viene fermata per questo motivo, può riprendere la gara una volta sistemato il problema.

107) Solo sei persone per team (tutti con indosso una speciale identificazione) possono entrare nelle aree di segnalazione durante le prove pratiche e la gara.

I ragazzi sotto i 16 anni non sono ammessi nell’area dei box.

108) Gli animali, ad eccezione di quelli espressamente autorizzati dalla FIA per servizi di sicurezza, sono vietati nell’area dei box, nella pista ed in ogni area riservata agli spettatori.

109) Il direttore di gara, il cancelliere della corsa ed il delegato medico della FIA possono richiedere un controllo medico su qualsiasi pilota durante l’evento.

110) La non completa conformità con le regole di sicurezza imposte da questo regolamento sportivo possono comportare l’esclusione della vettura e del pilota dall’evento.

PROVE LIBERE, QUALIFICHE E WARM UP

111) al di là dei punti di questo Regolamento Sportivo in cui si specifica altro, la disciplina e le misure di sicurezza ai box e sulla pista devono essere gli stessi sia per le pratiche che per la gara.

112) I piloti che non hanno preso parte alle qualifiche non possono prendere parte alla gara.

113) Durante tutte le pratiche ci saranno una luce verde ed una rossa all’uscita della corsia box. Le vetture possono entrare in pista solo se questa luce è verde. Inoltre una bandiera blu e/o una luce blu lampeggiante all’uscita della corsia dei box indicheranno che sulla pista sta sopraggiungendo una vettura.

114) Durante l’evento, il circuito non può essere utilizzato per altri scopi tranne che dopo che tutte le pratiche sono finite in qualsiasi giorno e durante il periodo dalla fine delle pratiche fino ad un’ora prima dell’apertura della corsia box, salvo consenso scritto della FIA.

115) Le sessioni di prove libere avranno luogo :

a) Nei due giorni (tre per Monaco) precedenti la gara tra le 11 e le 12 e tra le 13 e le 14.

b) Nei giorni prima della gara tra le 9 e le 9.45 e tra le 10.15 e le 11.

116) Le qualifiche avranno luogo :

a) Il giorno prima della gara tra le 13 e le 14.

b) Ad ogni pilota è consentito un massimo di 12 giri di qualifica. Nel caso in cui un pilota faccia più di 12 giri, la sua prestazione verrà cancellata.

117) Warm up: una sessione di pratica verrà eseguita il giorno della gara; avrà una durata massima di 30 minuti e dovrà iniziare 4 ore e 30 minuti prima dell’inizio della gara.

118) L’intervallo tra le prove libere e le qualifiche non può essere inferiore ad 1 ora e 30 minuti.

Solo in casi eccezionali può essere modificato l’orario di partenza della gara a fronte di ritardi nelle prove libere della domenica mattina.

119) Se una vettura si ferma lungo la pista durante le pratiche, deve essere rimossa il più velocemente possibile in modo che la sua presenza non costituisca un pericolo per gli altri piloti. Se un pilota non riesce a portare la vettura via dall’eventuale posizione pericolosa in cui si trova, sarà compito dei commissari di gara provvedere al suo spostamento.

Nel caso in cui una vettura venga riportata ai box, verranno applicate le seguenti penalità:

a) la vettura non può più essere utilizzata in quella sessione di prove e, se utilizzata, verrà cancellato il tempo migliore fatto registrare dal pilota ;

b) durante le qualifiche il miglior tempo del pilota per quella sessione verrà cancellato ;

Nessuna delle due suddette penalità verrà applicata quando il pilota lascia la vettura ai commissari ne parco chiuso.

In caso di infrazione del pilota durante le pratiche, il commissario di gara può cancellare qualsiasi tempo di qualificazione del pilota. In questo caso la scuderia non potrà appellarsi alla decisione.

120) Il cancelliere della gara può interrompere le pratiche quando vuole e per il tempo che ritiene necessario per ripulire la pista o per portare via una vettura. Solo nel caso delle prove libere, il cancelliere della gara può, d’accordo con i commissari, decidere di interrompere la sessione dopo un’interruzione di questo tipo.

Inoltre, se secondo i commissari, l’interruzione è causata volontariamente, il pilota in questione vedrà cancellati i tempi realizzati durante questa sessione e non potrà partecipare ad altre sessioni durante la giornata.

121) In entrambi i giorni di prove, tutte le vetture lasciate durante il percorso nella prima sessione di prove libere, verranno riportate ai box nell’intervallo e potranno partecipare alla seconda sessione di prove libere.

122) Se una o più sessioni devono essere interrotte, non saranno accettate proteste sul possibile effetto dell’interruzione sui tempi di qualifica dei piloti ammessi alla partenza.

123) Tutti i tempi realizzati durante le qualifiche verranno presi in considerazione per determinare la posizione del pilota sulla griglia di partenza, in accordo con l’Articolo 129.

Con l’eccezione dei giri fatti con regime di bandiera rossa (vedi articolo 155), ogni volta che una vettura taglia la linea di traguardo sarà conteggiato il tempo del giro.

INTERRUZIONE DELLE PROVE PRATICHE

124) Nel caso in cui, a causa di un incidente o per condizioni meteorologiche particolarmente pericolose, si renda necessaria l’interruzione delle prove pratiche, il cancelliere della gara può ordinare che venga esposta una bandiera rossa sulla linea del traguardo. Simultaneamente, tutti i commissari di percorso dovranno esporre la bandiera rossa.

Quando viene dato il segnale di stop, tutte le vetture devono immediatamente ridurre la velocità e dirigersi verso i rispettivi box; le vetture ferme lungo il percorso verranno spostate in luoghi sicuri. I giri svolti in regime di bandiera rossa non verranno conteggiati ai fini della griglia di partenza.

Al termine di qualsiasi sessione di prove pratiche, i piloti possono tagliare la linea del traguardo una sola volta.

CONFERENZA STAMPA E SFILATA DEI PILOTI

125) Il delegato stampa della FIA potrà scegliere un massimo di cinque piloti che devono partecipare ad una conferenza stampa nel media center della durata di un’ora alle 15 del giorno prima dell’inizio delle pratiche. I teams di questi piloti verranno avvertiti almeno 48 ore prima dell’inizio della conferenza. Inoltre possono essere scelti due personaggi dai vari team per la partecipazione a detta conferenza.

Il primo giorno di prove libere, un minimo di tre ed un massimo di sei tra piloti e personale dei team (tranne quelli che hanno partecipato alla precedente conferenza stampa) saranno scelti a caso dalla FIA e dovranno essere disponibili per una conferenza stampa di un’ora dalle 15.30.

126) Immediatamente dopo le qualifiche, ai primi tre qualificati verrà richiesto di essere disponibili per le interviste televisive e per una conferenza stampa della durata di 30 minuti.

127) Un’ora e un quarto dopo la fine del warm up i piloti dovranno presenziare alla sfilata. Ai concorrenti verranno forniti i dettagli della sfilata dal delegato stampa.

LA GRIGLIA

128) al termine delle qualifiche, il miglior tempo di ogni pilota verrà pubblicato ufficialmente (vedi Articolo 51).

129) La griglia verrà redatta nell’ordine dei giri più veloci registrati da ogni pilota. Nel caso in cui due o più piloti abbiano lo stesso tempo, la priorità verrà data a chi l’ha fatto per primo.

130) Il pilota più veloce inizierà la gara dalla posizione della pole position dell’anno precedente o, in un nuovo circuito, nella posizione designata dal delegato della sicurezza della FIA.

131) qualsiasi pilota il cui tempo più veloce sia superiore al 107% del tempo della pole position, non sarà ammesso né al warm up né alla gara. In circostanze eccezionali comunque, tra le quali la dimostrazione di un tempo accettabile in prove libere precedenti, i commissari possono permettere alla vettura di iniziare la gara.

Nel caso in cui più di un pilota venga ammesso in questo modo, il loro ordine sarà stabilito dai commissari.

In ogni caso un Team non può appellarsi alla decisione presa dai commissari.

132) La griglia di partenza verrà pubblicata dopo il warm up. Ogni concorrente la/le cui vettura/e non sia/siano in grado di partire per qualsiasi ragione (o che ha buone ragioni per ritenere che la/le propria/e vettura/e non possa/possano partire) deve informare il cancelliere della gara appena possibile e, in ogni caso, non più tardi di 45 minuti dalla partenza della gara. Se una o più vetture sono distaccate, la griglia verrà ricompattata. La griglia di partenza finale verrà pubblicata 45 minuti prima dell’inizio della gara.

133) La griglia sarà scaglionata in formazioni 1x1 e le righe separate tra di loro di 8 metri.

134) Qualsiasi vettura che non ha preso posto sulla griglia prima del segnale dei 15 minuti, non lo potrà più fare e partirà dei box in accordo con l’articolo 137.

MEETING

135) Il direttore della gara indirà un incontro alle 10 ed alle 17 del primo giorno di prove. Al primo dovranno essere presenti tutti i Team Manager ed al secondo tutti i piloti

Nel caso in cui il direttore di gara ritenga necessario un ulteriore incontro, dovrà essere fatto un’ora dopo il termine del warm up. I concorrenti, in questo caso, ne verranno informati entro tre ore dal termine delle qualifiche. Tutti i piloti ed i Team Manager dovranno prendervi parte

PROCEDURA DI PARTENZA

136) 30 minuti prima della partenza della gara, le vetture devono lasciare i box e coprire un giro per raggiungere la loro posizione sulla griglia di partenza e spegnere il motore.

E’ possibile eseguire più di un giro di ricognizione con la particolarità che devono transitare a velocità ridotta nella corsia dei box al termine di ogni giro.

137) 17 minuti prima dell’inizio della gara, un segnale annuncerà la chiusura dell’uscita dei box entro 2 minuti.

15 minuti prima dell’inizio della gara, l’uscita dei box verrà chiusa e verrà dato un secondo segnale. Le vetture ancora ai box potranno essere fatte partire dai box solo dai commissari.

Se l’uscita dei box è immediatamente dopo la linea di traguardo, queste vetture potranno partire quando il gruppo ha passato l’uscita dei box nel primo giro. Se l’uscita dei box è immediatamente prima la linea del traguardo, queste vetture potranno partire quando il gruppo ha passato la linea di traguardo dopo la partenza.

138) I rifornimenti di carburante sulla griglia di partenza potranno essere fatti solamente prima del segnale dei 5 minuti e solo con l’utilizzo di un contenitore non in pressione con una capacità massima di 12 litri.

139) L’approssimarsi della partenza della gara verrà annunciata da segnali dieci minuti, cinque minuti, tre minuti, un minuto e trenta secondi prima dell’inizio della gara, ognuno dei quali sarà accompagnato da un segnale acustico.

Quando viene dato il segnale dei dieci minuti tutti, ad esclusione dei piloti e degli staff tecnici devono lasciare la griglia.

Quando viene dato il segnale dei cinque minuti tutte le vetture devono avere le ruote montate. Dopo questo segnale le altre ruote devono essere riportate ai box. Le vetture che, al segnale dei cinque minuti, non hanno le ruote montate, dovranno partire dal fondo della griglia.

Quando viene dato il segnale di un minuto, devono essere accesi i motori e gli staff tecnici devono lasciare la griglia entro 15 secondi. Se un pilota necessita di assistenza dopo questi 15 secondi, deve alzare il braccio e, dopo che le altre vetture hanno lasaciato la griglia, i meccanici possono avvicinarsi alla vettura e sistemare il problema. In questo caso un commissario con una bandiera gialla starà davanti alla macchina in questione.

Quando si illumina la luce verde le vetture inizieranno il giro di formazione con il pilota che ha la pole in testa. Quando lasciano la griglia, tutti i piloti devono ridurre la propria velocità per non causare pericolo tra il personale del team che deve lasciare la pista.

Sono vietate partenze durante il giro di formazione e le vetture devono essere il più vicino possibile.

I sorpassi durante il giro di formazione sono ammessi solo nel caso in cui la macchina che si ha davanti tardi a partire e le vetture che la seguono possono passarla. In questo caso il pilota può sorpassare per ristabilire l’ordine di partenza originale.

Qualsiasi pilota che ritarda la propria partenza non può sorpassare altre vetture in movimento se è ancora fermo quando l’ultima vettura dello schieramento ha tagliato la linea di partenza, e dovrà partire dal fondo della griglia. Se in questa situazione ci sono più piloti, il loro ordine in fondo alla griglia sarà in ordine alla loro partenza del giro di formazione. Se la linea di traguardo non è posta davanti alla pole position, per questo articolo varrà una linea posta ad un metro dalla pole position.

Un penalizzazione temporale verrà inflitta a chi, secondo i commissari di percorso, sorpassa senza motivo un altro pilota durante il giro di formazione.

140) Qualsiasi pilota che non è in grado di partire per il giro di formazione deve sollevare un braccio e, dopo che l’ultima vettura ha passato la linea di traguardo, i suoi meccanici possono verificare il problema sotto la supervisione di un commissario.

Se la vettura non è ancora in grado di partire per il giro di formazione, verrà spinta nella corsia box per la via più breve, qui i meccanici vi potranno lavorare ancora.

141) Quando le vetture completano il giro di formazione, devono riposizionarsi sulla griglia nelle loro rispettive posizioni, tenendo accesi i motori. Quando tutte le vetture saranno nelle loro posizioni, verrà dato il segnale dei cinque secondi seguito dai segnali quattro, tre due e uno. In qualsiasi momento dopo che è stato dato il segnale di un secondo, la gara inizierà allo spegnimento di tutte le luci rosse.

142) Deve esserci una tribuna di partenza. Il segnale di partenza verrà dato tramite le luci rosse che verranno attivate dallo starter permanente. Durante la partenza della gara nessuno potrà stare al muretto dei box ad eccezione degli ufficiali e degli uomini anti incendio che dovranno indossare i pass.

143) Le vetture che non sono in grado di mantenere la posizione di partenza durante il giro di formazione dovranno partire dai box.

Questo non viene applicato alle vetture che rallentano temporaneamente durante il giro di formazione e che siano in grado di recuperare la propria posizione, senza rischi per sè o per gli altri piloti, prima che la vettura di testa abbia raggiunto la propria posizione sulla griglia.

144) Nel caso in cui ad un pilota, tornato sulla griglia dopo il giro di formazione, scopra sulla sua vettura dei problemi che potrebbero mettere in pericolo la partenza, deve immediatamente alzare il braccio ed il commissario responsabile della linea deve sventolare una bandiera gialla.

Se una partenza è ritardata un commissario con una bandiera gialla resterà davanti alla vettura interessata per far si che non si muova finchè tutto il gruppo non ha lasciato la griglia per il nuovo giro di formazione. Il pilota dovrà partire dal fondo dello schieramento e le posizioni vuote non saranno riempite.

Nel caso in cui più di un pilota sia in questa situazione, la loro posizione in fondo alla griglia sarà determinata in base alla loro posizione all’inizio del giro di formazione.

Se un problema non può essere sistemato prima dell'inizio del nuovo giro di formazione, la vettura deve essere spinta nella pit lane per la via più breve. La squadra può cercare di risolvere il problema e, se ci riesce, la vettura deve partire dalla pit lane. Nel caso in cui ci siano più vetture in questa situazione, l'ordine di partenza dalla pit lane sarà in base a che per primo sistema la vettura.

145) Se si presenta un problema quando le vetture raggiungono la griglia di partenza al termine del giro di formazione. Verranno applicate le seguenti procedura:

a) Se la gara non è ancora iniziata, verranno accese le luci di interruzione, tutti i motori dovranno essere spenti, un nuovo giro di formazione verrà fatto dopo 5 minuti e la distanza di gara diminuirà di un giro. Il segnale successivo sarà quello dei tre minuti.

b) Se la gara è partita, il commissario della linea dovrà sventolare la bandiera gialla per informare gli altri piloti che una vettura è ferma sulla griglia.

c) Se, dopo la partenza, una vettura è ferma sulla griglia, sarà compito dei commissari di percorso riportarla ai box per la via più breve. Se il pilota è in grado di riaccendere la vettura prima di essere spinto ai box, può ricominciare la gara.

d) Se un pilota non è in grado di riaccendere la vettura mentre viene spinto ai box, i suoi meccanici possono provare ad accenderla nella corsia box. Se la vettura riparte, il pilota può tornare in pista. Il pilota ed i meccanici, durante questa operazione, devono seguire le istruzioni del commissario di percorso.

146) In caso di applicazione dell’articolo 145, la gara sarà tuttavia valida per il Campionato senza tenere conto di quante volte la procedura è stata ripetuta, o quanto la gara si è ridotta.

147) non sono consentiti rifornimenti sulla griglia nel caso in cui si debba fare un’ulteriore procedura di partenza come descritto nell’Articolo 145.

148) Una penalizzazione temporale verrà imposta dalla FIA in caso di partenza anticipata. Tale azione verrà rilevata da un sensore, fornito dalla FIA, che deve essere montato sulla vettura.

149) Sono consentite modifiche alla procedura di partenza solo nei seguenti casi :

a) Se la pista è asciutta durante tutte le prove ma diventa bagnata (o viceversa) dopo il termine del warm up. 60 minuti prima dell’inizio della gara sarà consentita una sessione di prove libere di 15 minuti.

b) Se inizia a piovere dopo il segnale dei cinque minuti ma prima che la gara sia iniziata e il direttore di gara ritiene che sia opportuno dare la possibilità ai team di cambiare i pneumatici, verranno accese le luci di interruzione e la procedura di partenza sarà ripetuta dopo 15 minuti. Se necessario, verrà eseguita la procedura descritta nell’Articolo 145.

c) Se l’inizio della gara è imminente ed è opinione del direttore di gara che la quantità di acqua sulla pista è tale da compromettere la sicurezza anche con pneumatici da pioggia, verranno accese le luci di interruzione simultaneamente ad un cartello con la scritta "10" e con il retro rosso.

Questo cartello con il "10" ed il retro rosso significa che la procedura di partenza è stata annullata e che se ne farà un’altra dopo dieci minuti. Se le condizioni meteo migliorano, al termine dei dieci minuti verrà esposto un cartello con un "10" e con il retro verde. Il cartello con il "10" e con il retro verde significa che la luce verde verrà data in dieci minuti.

Cinque minuti dopo che è stato esposto il cartello con il "10" e con il retro verde, la procedura di partenza riprenderà il suoi normale corso (con i segnali di 5, 3, 1 minuto e 30 secondi).

Se le condizioni meteo non sono migliorate, al termine dei dieci minuti verranno riaccese le luci di interruzione e verrà esposto un ulteriore cartello con la scritta "10" e con il retro rosso. Questo indica un ulteriore ritardo di 10 minuti della procedura di partenza.

Questa procedura può essere ripetuta diverse volte.

Ogni volta che viene esposto il cartello con la scritta "10" (sia con retro rosso che verde) verrà dato un segnale acustico.

d) Se la gara inizia dietro la safety car, si applicherà l’Articolo 154 n).

150) I commissari di percorso possono utilizzare qualsiasi dispositivo elettronico o video per aiutare il direttore di gara a prendere una decisione. I commissari possono respingere giudizi di fatto. Una violazione alle procedure di partenza descritte in questo Regolamento Sportivo, comporteranno l’esclusione della vettura interessata dall’evento.

LA GARA

151) Una gara non può essere fermata in caso di pioggia a meno che il circuito sia bloccato o sia pericoloso continuare (vedi Articolo 155).

152) Se una vettura si ferma durante la gara (tranne che per quanto previsto dall’Articolo 145 c) e d)), deve essere rimossa il più velocemente possibile dalla pista per far sì che non costituisca un pericolo per gli altri piloti. Se un pilota non è in grado di spostare la vettura in una posizione sicura, è compito del commissario di percorso assisterlo. Se, con un’assistenza esterna, il pilota riaccende il motore e torna in gara, la vettura verrà esclusa dai risultati della gara.

153) Durante la gara, i piloti che lasciano la corsia dei box lo possono fare solo se la luce all’uscita della corsia box è verde e sotto la propria responsabilità.

Un commissario con una bandiera blu, o una luce blu lampeggiante, segnaleranno l’arrivo di una vettura sulla pista.

SAFETY CAR

154)

a) La safety car approvata dalla FIA dovrà essere guidata da un pilota che abbia esperienza di circuiti. Dovrà trasportare un osservatore ufficiale FIA in grado di riconoscere tutte le vetture in competizione e che sia in contatto radio permanente con il controllo di gara.

b) 30 minuti prima dell’inizio della gara, la safety car prenderà posto davanti alla griglia e vi rimarrà finché non verrà dato il segnale dei cinque minuti. A questo punto (ad esclusione del seguente punto n)), coprirà un intero giro del circuito e entrerà nella corsia dei box. Se viene applicato l’articolo 149 a), la safety car prenderà posto davanti alla griglia appena terminata le sessione di prove libere di 15 minuti.

c) La safety car verrà utilizzata per neutralizzare una gara su decisione del direttore di gara.

Sarà usata solo se i concorrenti o i commissari sono in immediato pericolo ma non si ritiene necessario interrompere la gara.

d) Quando viene dato l’ordine di utilizzare la safety car, tutti i commissari di percorso dovranno mostrare una bandiera gialla sventolante con la scritta "SC"; tali segnali saranno mantenuti fino al rientro della safety car.

e) Durante la gara, la safety car con le luci lampeggianti accese, partirà dalla corsia dei box e entrerà in pista indipendentemente da dove è la vettura di testa.

f) tutte le vetture dovranno mettersi in fila dietro alla safety car con una distanza minore di 5 macchine tra la safety car e la prima vettura. I sorpassi sono vietati (salvo quanto specificato nel successivo punto n)), a meno che ad una macchina non venga segnalato di farlo direttamente dalla safety car.

g) Quando scende in pista la safety car, l’osservatore nella macchina userà una luce verde per segnalare alle vetture tra la safety car ed il leader della corsa, che possono passare. Queste vetture dovranno quindi procedere lentamente senza effettuare sorpassi finché raggiungono la coda dietro alla safety car.

h) La safety car deve essere usata almeno fino a quando il leader della corsa gli è dietro e tutte le altre vetture sono accodate.

Una volta dietro alla safety car, il leader della corsa deve rimanere ad una distanza non superiore a 5 vetture (ad eccezione di quanto enunciato nel punto J)) e tutte le vetture accodate devono rimanere il più vicino possibile.

i) Mentre la safety car è in pista, le vetture si possono fermare ai box ma possono rientrare in pista solo quando la luce verde all’uscita della corsia dei box è accesa. Sarà sempre accesa tranne nel momento in cui la safety car e la coda di vetture stanno per passare all’uscita della corsia dei box. Una vettura che rientra in pista deve procedere lentamente finché raggiunge la fine della coda dietro la safety car.

j) Quando il direttore di gara decide di farla rientrare, la safety car deve spegnere le luci lampeggianti; questo sarà il segnale per i piloti che la safety car rientrerà ai box al termine di quel giro.

A questo punto la prima vettura della fila può anche decidere di lasciare che lo spazio con la safety car aumenti. Come la safety car rientra ai box, i commissari di percorso toglieranno le bandiere gialle ed i cartelli con "SC" e sventoleranno bandiere verdi per un giro.

k) Quando la safety car rientra ai box e le vetture si avvicinano alla linea di traguardo, verranno accese le luci verdi. I sorpassi rimangono vietati fino a quando le vetture non sono transitate sulla linea di traguardo.

l) Ogni giro svolto dietro la safety car viene comunque contato valido ai fini della distanza di gara.

m) Se la gara viene interrotta come da Articolo 156 caso C, la safety car porterà la bandiera a scacchi e tutte le vetture la dovranno seguire ai box ed al parco chiuso.

n) In circostanze eccezionali, la gara può essere iniziata dietro la safety car. In questo caso, in qualsiasi momento prima del segnale di un minuto, dovrà accendere le luci lampeggianti. Questo sarà il segnale per i piloti che la gara inizierà dietro la safety car. Quando si accende la luce verde, la safety car lascerà la griglia seguita da tutte le vetture secondo l’ordine di partenza e la macchina di testa la dovrà seguire ad una distanza di non più di 5 vetture. Non ci sarà giro di formazione e la gara avrà inizio quando la prima vettura taglierà il traguardo per la prima volta.

I sorpassi, solo nel primo giro, sono consentiti solo se una vettura ritarda a partire dalla griglia. In questo caso i piloti possono sorpassare solo per ripristinare il corretto ordine della griglia.

Un pilota che ha tardato a partire dalla griglia non può sorpassare nessuno se è ancora fermo quando l’ultima vettura ha tagliato la linea del traguardo, e si deve accodare alla fila di vetture dietro la safety car. Se questo capita a più di una vettura, si devono accodare in fondo alla fila nell’ordine in cui hanno lasciato la griglia.

Una penalità temporale verrà imposta ai piloti che, secondo l’opinione dei commissari di percorso, sorpassano un’altra vettura durante il primo giro.

INTERRUZIONE DI GARA

155) Nel caso in cui si renda necessario interrompere una gara a causa di un incidente o se le condizioni meteorologiche ne rendono pericolosa la prosecuzione, il cancelliere della gara ordinerà che venga esposta una bandiera rossa e che le luci di interruzione vengano accese sulla linea di traguardo. Nello stesso momento tutti i commissari di percorso dovranno esporre le bandiere rosse.

Quando viene dato il segnale di interruzione della gara, tutte le vetture devono immediatamente ridurre la velocità sapendo che :

- La classifica della gara verrà redatta in base alle posizioni del penultimo giro prima di quello in cui è stato esposto il segnale di interruzione della gara.

- Possono esserci veicoli di servizio sulla pista.

- Il circuito può essere totalmente chiuso a causa di un incidente.

- Le condizioni meteo possono aver reso il tracciato non percorribile alla velocità di gara.

- La corsia dei box sarà aperta.

156) La procedura da seguire può variare a seconda del numero di giri completati dal leader della corsa prima del segnale di interruzione:

Caso A : Meno di due giri completati. Se la gara viene fatta ripartire, verrà applicato l’articolo 157.

Caso B : Due o più giri completi ma meno del 75% della distanza totale (arrotondato per eccesso al più vicino numero di giri). Se la gara viene fatta ripartire, verrà applicato l’articolo 158.

Caso C : Più del 75% di giri completati totale (arrotondato per eccesso al più vicino numero di giri). Le vetture verranno mandate direttamente al parco chiuso e si intenderà conclusa la gara quando la vettura di testa ha attraversato la linea del traguardo al termine del giro successivond of the a quello in cui è stato dato il segnale di stop.

RIPARTENZA DI UNA GARA

157 Caso A.

a) La prima partenza verrà considerata nulla.

b) La lunghezza della gara fatta ripartire sarà la lunghezza totale originale di gara.

c) I piloti in grado di ripartire hanno la facoltà di farlo con la loro vettura o con un muletto.

d) Ogni pilota che è stato costretto a partire dal fondo dello schieramento durante la prima partenza, può ripartire dalla posizione originale ;

e) Dopo che è stato dato il segnale di stop, tutte le vetture in grado di farlo devono procedere direttamente e lentamente a :

- la pit lane o ;

- se la griglia di partenza è libera, alla loro posizione originale di partenza o ;

- se la griglia di partenza non è libera, in una posizione dietro l'ultima posizione della griglia come indicato dai commissari.

f) In questo frangente è possibile lavorare sulle vetture sia ai box che sulla griglia. In quest'ultimo caso, deve essere fatto con la vettura nella sua corretta posizione di partenza e senza in alcun modo creare impedimenti per la ripartenza.

g) Il rifornimento è consentito finché non viene dato il segnale dei cinque minuti.

158) Caso B.

a) L'ordine di gara al termine del giro precedente al segnale di stop ed il numero di giri coperti da ogni pilota verranno utilizzati per la nuova ripartenza.

b) La lunghezza della gara ri iniziata sarà la distanza totale meno i giri già compiuti dalla vettura di testa meno tre giri.

c) La griglia della ripartenza sarà fatta in base all'ordine delle vetture nel giro precedente al segnale di stop.

d) Sono ammesse alla ripartenza solo le vetture che hanno partecipato alla prima partenza e solo se sono ritornate con i propri mezzi a:

- la corsia dei box o;

- ad una posizione dietro la griglia come verrà specificato dai commissari di percorso.

e) Non saranno ammessi i muletti.

f) Si può lavorare sulle vetture sia ai box che sulla griglia. Se si lavora sulla vettura sulla griglia, deve essere fatto in modo che la macchina rimanga nella corretta posizione in griglia e in modo che non se ne impedisca la ripartenza.

g) Il rifornimento è ammesso solo ai box. Se ad una vettura viene fatto il rifornimento, dovrà ripartire dal fondo della griglia e, nel caso in cui più di una vettura sia in questa condizione, la loro posizione in fondo allo schieramento sarà determinata in base alla posizione al termine della prima parte. In questo caso le loro posizioni originarie verranno lasciate vuote.

159) Sia nel caso A che B:

a) 10 minuti dopo il segnale di interruzione, la corsia dei box verrà chiusa.

b) 15 minuti dopo il segnale di interruzione, verrà dato il segnale dei 5 minuti, la griglia verrà chiusa e la ricomincerà la normale procedura di partenza.

c) Qualsiasi vettura che non sia in grado di raggiungere la propria posizione sulla griglia prima del segnale dei cinque minuti, partirà dai box come specificato nell’Articolo 137.

Gli organizzatori devono avere personale a sufficienza ed equipaggiamenti disponibili per far si che la tabella dei tempi precedente sia utilizzata per calcolare correttamente il tempo finale anche nelle situazioni più complesse.

FINE

160) Il segnale di fine gara verrà dato sulla linea di traguardo appena la vettura in testa copre la distanza di gara completa in accordo con l’Articolo 13. Nel caso in cui si superino le due ore di gara, il segnale di fine gara verrà dato la prima volta che la vettura di testa taglia il traguardo appena passate le due ore.

161) Nel caso in cui (tranne che per i casi descritti dall’articolo 155) il segnale di fine gara venga dato prima che la vettura in testa completi il numero di giri previsto o prima che termini il limite delle due ore, la gara verrà considerata conclusa quando la vettura di testa ha tagliato per l’ultima volta il traguardo.

Nel caso in cui il segnale di fine gara venga ritardato per qualsiasi ragione, la gara verrà considerata conclusa quando verrà dato il segnale.

162) dopo aver ricevuto il segnale di fine gara tutte le vetture devono procedere sul circuito direttamente verso il parco chiuso senza fermarsi, senza ricevere nessun oggetto e senza l’aiuto di nessuno (tranne quello dei commissari di gara se necessario).

Qualsiasi vettura classificatasi che non può raggiungere il parco chiuso, verrà posta sotto il controllo esclusivo dei commissari di gara che si occuperanno di portarla fino al parco chiuso.

PARCO CHIUSO

163) Solo i commissari incaricati alla supervisione possono entrare nel parco chiuso. Non è permesso l’intervento di nessuno senza l’autorizzazione dei suddetti commissari.

164) Durante le operazioni al parco chiuso, le regole del parco chiuso verranno applicate in tutta l’area tra la corsia dei box e l’entrata del parco chiuso.

165) Il parco chiuso deve essere sufficientemente largo per assicurare che nessuna persona non autorizzata vi possa accedere.

CLASSIFICA

166) La vettura che arriva prima sarà quella che ha coperto l’intero percorso della gara nel minor tempo o, nei casi previsti, quella che per prima passa la linea del traguardo al termine delle due ore. Tutte le vetture verranno classificate tenendo conto del numero di giri che hanno corso e, per quelle che hanno percorso lo stesso numero di giri, l’ordine nel quale attraversano la linea d’arrivo.

167) Se una vettura impiega più di due volte il tempo del giro più veloce del vincitore per compiere il suo ultimo giro, questo ultimo giro non verrà preso in considerazione nel calcolo della distanza totale coperta dalla suddetta vettura.

168) Le vetture che non hanno coperto almeno il 90% dei giri fatti dal vincitore (arrotondato per difetto al più vicino numero di giri) non saranno classificate.

169) La classifica ufficiale verrà pubblicata dopo la gara. Sarà l’unica valida in confronto a qualsiasi protesta inoltrata alla FIA.

CERIMONIA DEL PODIO

170) I piloti che terminano la gara al primo, secondo e terzo posto ed un rappresentante del costruttore vincente, devono partecipare alla cerimonia del podio di consegna dei premi e svolgere la procedura del podio come da Appendice 3 (eccetto Monaco); e subito dopo devono rendersi disponibili per un periodo di 90 minuti per le interviste delle televisioni e per la conferenza stampa.