2 Marzo 2000


archivio: AMERICA'S CUP


Coppa America, 5 regata

Magia Nera

Impeccabile e velocissima Black Magic vince il trofeo

img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
La partenza
Real Video - 2604902 bytes - download
La prima boa
Real Video - 3272457 bytes - download
La seconda boa
Real Video - 2724603 bytes - download
L'arrivo
Real Video - 3241550 bytes - download
L'intervista a De Angelis
Real Video - 911808 bytes - download
L'intera regata elaborata dal computer
Real Video - 1820046 bytes - download
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img

Auckland, Nuova Zelanda, 2 marzo 2000

Black Magic vince la 30 edizione della Coppa America, battendo 5 a 0 Luna Rossa, con l'esordio vincente del giovane Dean Barker che ha sostituito Russel Coutts al timone della barca del Team New Zealand.

E' la prima volta nella storia della Coppa America che un defender non americano riesce a mantenere il trofeo.
I neozelandesi, che avevano partecipato per la prima volta alla Coppa America nell'87, nel '92 erano stati eliminati alla finale della Louis Vuitton Cup dal Moro di Venezia, che poi fu battuto da America 3.
Nel '95 sono tornati a San Diego e, con un secco 5 a 0 hanno strappato agli americani la Coppa che ora hanno difeso con successo contro il Team Prada.

Questa finale sara' ricordata per il gesto di cavalleria di Russell Coutts che ha rinunciato al timone e al record delle 10 vittorie consecutive, per affidare la sua barca e l'ultima vittoria a Dean Barker che, a 26 anni, oggi partecipava per la prima volta a una regata di Coppa America

Con una partenza da manuale, Dean Barker, che e' stato il timoniere di riserva di Coutts ed e' al quarto posto nella classifica mondiale del match race, ha respinto l'attacco di Francesco De Angelis e ha spinto Luna Rossa quasi oltre la barca giuria nell'ultimo sprint prima del via. Cosi' Black Magic e' ha tagliato il via 12" prima di Luna Rossa e in pochi minuti ha guadagnato un vantaggio di quasi 60 metri.

Al momento della partenza c'erano 15 nodi vento e nel corso della regata e' salito a 18 nodi con raffiche sino a 22 nodi.

Per Luna Rossa non c'e' stata storia: partita dietro ha inseguito Black Magic per tutta la regata senza mai realmente impensierire i neozelandesi. Dean Barker ha dimostrato di essere un grande timoniere e probabilmente lo vedremo al timone della Black Magic che difendera' di nuovo la Coppa America nel 2003.

Accanto, a fargli da tutore come ha fatto per Russel Coutts, ha avuto il tattico Brad Butterworth: ancora una volta non ha sbvagliato un'indicazione, Black Magic si e' sempre trovata sul binario giusto e oggi la televisione ha inquadrato spesso la sua faccia abbronzata allargata in un gran sorriso.

Solo nell'ultima regata Luna Rossa ha perso con un distacco minore al minuto. Black Magic ha tagliato il via con 12" di vantaggio che sono diventati 24 alla prima boa. Nella prima poppa Luna Rossa ha guadagnato 2" e ha passato la 2 boa con 22" di ritardo. Poi e' cominciata la marcia trionfale di Black Magic: alla fine della seconda bolina i kiwi hanno passato la 3 boa con 48" di vantaggio, che sono diventati 1'01" alla 4 boa e poi ancora 1'13" alla quinta, dopo l'ultima bolina.

Poi Black Magic ha cominciato l'ultima poppa della Coppa America del 2000 che l'ha portata verso il trionfo, quando ha passato la linea d'arrivo con 48" sulla sconfitta Luna Rossa.

In quel momento esplode la gioia su Black Magic e anche gli uomini piu' duri del mondo, alla fine, si lasciano andare e si abbracciano tra di loro a prua della barca che ha difeso con successo la Coppa America.

Alle 15,12, quando Black Magic ha tagliato il traguardo, il porto di Auckland e' esploso in un concerto di sirene, mente in mare centinaia di barche si avvicinavano ai vincitori.

A bordo di Luna Rossa intanto Francesco De Angelis parla con Rod Davis, l'americano che e' stato l'allenatore dell'equipaggio, mentre uno dei neozelandesi si arrampica sull'albero di Black Magic per issare la bandiera con il logo della Coppa America del 2000. Russell Coutts, Che ha seguito la regata su un gommone, e' stato il primo a salire sulla barca vittoriosa. Nella bagarre qualcuno e' anche finito a mare, ma e' stato recuperato. Molte bottiglie di champagne vengono stappate, ma i neozelandesi preferiscono bere la loro birra.

Da luna rossa viene un saluto a Auckland: sull'albero viene issato un largo striscione bianco sul quale c'e' scritto in rosso: "New Zealand arrivederci ".

Le barche in movimento attorno a Black Magic che e' carica di persone sono cosi' tante che il mare ribolle di onde.

Meno di un'ora dopo, la premiazione, nel porto del Viaduct Basin di Auckland.

Intanto gia` c'e` chi pensa alla prossima edizione. Lo Yacht Club Punta Ala, per il quale Luna Rossa ha corso la 30 Coppa America, sara' il Challenger of the Record per la prossima edizione.

Il vicepresidente del Team Prada Marco Piccinini ha consegnato a un rappresentante del Royal New Zealand Yacht Squadron che ha difeso con successo la coppa, la sfida di Punta Ala.

La busta con la sfida e' stata consegnata in una busta a bordo del Motoryacht Spada, quando Black Magic ha tgaliato il traguardo.

Questo vuol dire che lo Yacht Club Punta Ala rappresentera' gli sfidanti nelle trattative con il defender per la prossima edizione.
[ la chat con foto e aggiornamenti - la diretta dal Race Viewer del sito ufficiale ]


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport