3 Aprile 2002


archivio: CHAMPIONS LEAGUE


Quarti di finale

Secondo atto

Di scena stasera Panathinaikos-Barcellona e Liverpool-Bayer Leverkusen

img

Roma, 3 aprile

Roma, Juventus, Lazio e ancor prima il Parma hanno lasciato ad altri il compito di contendersi la Champions League: e così anche quest'anno l'Italia resta a guardare. A guardare il Bayern Monaco che rimonta il Real Madrid e lo costringe alla settima sconfitta su sette partite disputate all'Olimpiastadion. Parlare di impresa non è eccessivo visto il gol quasi a freddo di Geremi e visto l'assalto dei tedeschi con traverse, gol sciupati, rigori falliti. Poi a otto minuti dalla fine dell'incontro il gol di Effenberg buono per raggiungere il pareggio e farsi perdonare l'errore dal dischetto. Ma è di Pizzarro la rete della vittoria, che vanifica la sterile e presuntuosa supremazia del Real Madrid.

Altra squadra spagnola altra delusione. Il Deportivo La Coruna esce a pezzi dalla sfida con il Manchester United: due reti nel primo tempo a firma Bekham e Van Nistelrooy ed il Riazor è violato. Il ritorno del 9 aprile dovrebbe essere solo una formalità. Nota negativa solo per il doppio infortunio di Bekham e Keane.

Un abbraccio caloroso di Fabio Capello salutò il ritorno di Gerrard Houllier in panchina. Stasera la prova del fuoco per il talismano francese del Liverpool contro il Bayer Leverkusen. I tedeschi devono rinunciare a Nowotny mentre il Liverpool oltre a Owen può contare su un jolly in più: Hamann ex giocatore del Bayern Monaco e dunque motivatissimo contro gli acerrimi rivali.

Ad Atene il Panathinaikos ospita un Barcellona privo del solo Luis Enrique, squalificato. Il presidente Gasaprt non sarà al seguito della squadra e programma il futuro del club che in caso di eliminazione dalla Champions League potrebbe essere senza l'attuale tecnico Reshack. Il candidato numero uno potrebbe essere l'attuale allenatore del Depoortivo Irureta.


Redazione

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport