6 Febbraio 2002


archivio: COPPA ITALIA


Semifinale / ritorno

Non fermiamoci adesso

Il Parma sembra tornato in forma e per convincersi vuole conquistare la finale

img
img
img
img
img
Il servizio di Pier Paolo Cattozzi
Real Video - 299349 bytes - download
img
img

Parma, 6 febbraio

Dopo essere andato a segno contro il Brescia sia nell'andata di campionato sia in quella di semifinale di Coppa Italia (mentre era in panchina in occasione del 4-1 di domenica) Hidetoshi Nakata torna ad affrontare le "Rondinelle" per chiudere un ciclo finora nettamente favorevole ai gialloblu'.

"Non so se e' il Brescia a portarmi fortuna - ha detto il giapponese - e non ce l'ho certo con Mazzone: anzi, sono in ottimi rapporti con lui dppo averci lavorato ottimamente a Perugia". Tanto che il tecnico del Testaccio l'avrebbe voluto a Brescia: "Ma sono contento di essere rimasto a Parma", chiarisce Nakata, che dopo aver segnato un gol con un tiro-cross forse casuale, in allenamento ha realizzato con una spettacolare rovesciata: "Ma stavolta non l' ha vista nessuno - sorride - meno male che almeno se n' e' parlato sui giornali".

Anche domani sara' schierato da centrocampista, benche' Carmignani stia approntando un modulo un po' particolare: "Sto imparando in questo ruolo, credo che i progressi ci siano. Ma tutta la squadra sta salendo di tono, grazie anche al fatto che ci capiamo l'un l'altro sempre meglio". Gli viene chiesto se e' anche merito di Sacchi, oltre che del tecnico, ma lui dice solo: "Ci ha parlato tanto, e' difficile riassumere tutto in due parole".
Inevitabile una domanda su Roma-Juve di domenica prossima: "Ora sono del parma e penso al Parma, ma e' chiaro che da ex romanista spero che vinca la Roma".


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport