19 Giugno 2000


archivio: EURO 2000


Italia 2-1 Svezia

Punteggio pieno

Termina imbattuta il girone di qualificazione l'Italia. Di Biagio e Del Piero autori della vittoria

img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img

Eindhoven, 19 giugno 2000

Dino Zoff come Re Mida: in questi europei ha la mano felice e tutte le mosse finora vanno nel verso giusto.

Cambia otto elementi dalla formazione titolare e l'Italia balla ma resiste. Va in vantaggio con Di Biagio, subisce la veemente reazione e il pari di una modesta Svezia.

Poi, quasi dal nulla, ma spunta fuori Alex Del Piero lasciato colpevolmente al suo destino per tutta la gara. Allo juventino basta una palla pulita per inventare un gioiello che chiude la partita, lo riporta al gol in nazionale dopo un anno e mezzo e lo propone autorevolmente per una maglia da titolare.

L'Italia vince a spasso il girone inanellando il terzo successo consecutivo e si aprono orizzonti di gloria per una squadra che non perde un colpo.

E' soprattutto Del Piero che trae giovamento da questa gara perche' dimostra con la pennellata finale di essere in condizioni straordinarie e di essere pronto a lasciare il segno in questi europei. paradossalmente per Zoff puo' costituire un problema quello di inserirlo stabilmente in squadra, ma e' certamente uno splendido problema.

Non e' tutto oro quello che riluce in questa gara disputatasi nel caldo torrido di Eindhoven. La squadra mostra vistose lacune di assetto, deve stringere i denti per non andare incontro a una figuraccia.

Convince poco la formazione messa in campo da Zoff: e' votata alla difesa, non ha una fonte di gioco e isola i due attaccanti lasciandoli al loro destino. solo Di Biagio e Di Livio danno compattezza alla squadra e tengono su la baracca dall'assalto svedese. Toldo diventa protagonista.

La gara sembra avviarsi sull'1-1 quando Del Piero le da' un senso con il suo numero ad effetto. Certo per la Svezia e' una sconfitta non proprio meritata, ma quando si sbagliano tanti gol non si ha diritto a troppe attenuanti.

Ora l'Italia continua a volare, e' riuscita a chiudere a punteggio pieno il girone facendo perfino riposare i suoi titolari. A lungo pero' si ha il sospetto che Zoff abbia voluto mettere Del Piero nelle peggiori condizioni, senza rifornimenti.
Lo juventino da' l'impressione perfino di non gioire troppo quando Di Biagio porta gli azzurri in vantaggio. Poi la gioia viene fuori liberatoria dopo il gol vittoria. Ora l'Italia ha un'arma in piu' per andare fino in fondo.

Festa del tifo, cavalleria e buoni sentimenti accomunano i tifosi italiani e svedesi, ed e' un bel segnale in controtendenza vista la fobia hooligan.

Nella sauna di Eindhoven Italia 2 all'inizio sembra una squadra di estranei. E' soprattutto la linea difensiva che va un po' in affanno: Ferrara e Negro sono un po' fermi, gli svedesi ci prendono gusto, ma i loro limiti tecnici sono evidenti.
Sono pero` gli svedesi che creano i pericoli piu' seri: al 10' Mjallby sovrasta tutti di testa, ma soldatino Di Livio salva sulla linea.

Al 13' un maldestro rimpallo su Negro favorisce Ljunberg, la porta e' spalancata ma lo svedese riesce a mandare fuori un gol gia' fatto.

La trilogia dell'errore si definisce al 25': Di Livio e Ferrara non si capiscono, Svensson si insinua, ma Toldo chiude molto bene. E' il segno che gli azzurri sono in formazione scombinata, ma e' anche la prova che con avversari cosi' modesti e' possibile farla franca. A

l 27' Montella e Del Piero duettano con finezze e il pallonetto del romanista esce di poco.

Ma l'Italia e' destinata a segnare: al 39' pennellata su angolo di Del Piero, Di Biagio anticipa i monumenti svedesi e segna di testa, come con il Camerun ai mondiali. Maldini si infortuna leggermente al ginocchio e Zoff inserisce Nesta.

Nella ripresa la partita cala di tono, gli azzurri controllano meglio con Nesta e Cannavaro, ma gli svedesi hanno un'impennata e al 26' Larsson libera di testa P. Andersson che pero' non riesce a superare saracinesca Toldo. Il gol e' rimandato al 37': Di Biagio perde palla, Kenneth Andersson libera Larsson che non ha difficolta' a superare Toldo. Sembra un giusto pari, ma Del Piero ritorna Del Piero con uno spunto, una finta e un tiro del suo miglior repertorio.

La vittoria e' un po' larga, ma Pinturicchio promette di incantare ancora.

Con questa vittoria sulla Svezia l'Italia entra negli annali dei campionati europei.
Mai prima d'ora gli azzurri avevano vinto tre incontri in una fase finale del torneo continentale per nazioni: al massimo si erano fermati a quota due, a Germania '88 con c.t. Azeglio Vicini.
Inoltre l'Italia di Zoff e' la seconda squadra nella storia degli europei a chiudere il girone di prima fase nelle finali europee con tre vittorie in altrettanti incontri. L'unico precedente era accaduto soltanto nel 1984 per merito della Francia di Platini, che poi ando' a vincere a mani basse il titolo.

Italia (3-5-2): Toldo 7, Ferrara 5.5, Negro 6, Iuliano 5.5 (1' St Cannavaro 6), Pessotto 5, Di Livio 6.5 (19' St Fiore Sv), Di Biagio 6.5, Ambrosini 5, Maldini 6 (42' Pt Nesta 6), Del Piero 7, Montella 5.5 (1 Abbiati, 22 Antonioli, 4 Albertini, 17 Zambrotta, 8 Conte, 20 Totti, 21 Delvechhio, 9 Inzaghi). All: Zoff 6.

Svezia (4-4-2): Hedman 6, Mellberg 5.5, P. Andersson 5.5, Bjorklund 6, Gustafsson 6 (30' St K.Andersson 6.5), Mild 6.5, Mjallby 6 (11' St D.Andersson 6), Ljungberg 6.5, Svensson 6 (6' St Alexandersson 5.5), Larsson 6.5, Osmanovski 6.5 (12 Kihlstedt, 22 Asper, 2 Nilsson, 5 Lucic, 6 Sundgren, 10 Pettersson, 16 A.Andersson, 21 Allback). All.Ri: Soderberg E Lagerback 5.5.

Arbitro: Melo Pereira (Por) 6.
Reti: nel Pt 39' Di Biagio; nel St 32' Larsson, 43' Del Piero.
Angoli: 11 a 3 per la Svezia.
Recupero: 1' e 3'.
Spettatori: 28.000.

I Gol.
39' Pt - angolo dalla sinistra di Del Piero, Di Biagio incrocia sul primo palo e di testa batte Hedman.
32' St - K.Andersson ruba palla a Di Biagio e libera Larsson che si infila tra Ferrara e Nesta e supera Toldo in uscita.
43' St - errore difennsivo svedese, Del Piero ne approfitta, vola verso la porta e dal limite dell'aria trova il sette alla destra di Hedman.

img
Il gol di Di Biagio
img
img
img
img
img
Il pareggio di Larsson
img
img
img
img
img
Il gol di Del Piero
img
img
img
img


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport