30 Giugno 2000


archivio: EURO 2000


Italia

Il fenomeno di Amsterdam

Francesco Toldo stato l'eroe dell'ArenA: stregati i rigoristi olandesi

img
img
img
img
img
img
img
img
img
img
img

Amsterdam (Olanda), 30 giugno 2000

E ora sara' per tutti lo spauracchio dei rigoristi. Francesco Toldo ha esorcizzato l'Olanda e i 50 mila dell'Amsterdam ArenA. E' stato il protagonista assoluto della gara e il premio di migliore in campo che gli ha assegnato l'Uefa, forse, non e' sufficiente per raccontare tutti i meriti che ha avuto il portierone di Zoff, divenuto numero Uno solo per la sfortuna di Buffon che nell' amichevole contro la Norvegia si e' rotto una mano. Ma forse tutto era gia' scritto, come dice lo stesso portiere: tutto, la maglia da titolare e il ruolo da protagonista.

"Questa gara era gia' scritta. Dopo il secondo rigore sbagliato - dice - ho capito che avrebbero potuto tirare per un giorno interno, ma la palla non sarebbe mai entrata".

Forse lo hanno pensato anche gli olandesi, che sono rimasti stregati ed hanno esaltato le qualita' del portiere della Fiorentina. "Questa e' stata la miglior partita della mia carriera. Mai avevo parato tre rigori in una gara". Tre li ha parati e due li ha visti sbagliare, ipnotizzati dal suo sguardo e intimoriti dalla sua sicurezza e dalla sua freddezza. Tutto era scritto, continua a ripetere il 'para-rigori', anche che lui oggi sarebbe stato protagonista. "E' da ieri che sentivo che potevo essere protagonista, che avrei potuto giocare una grande partita e cosi' e' stato".

Parla e stringe tra le mani il trofeo della Uefa per il miglior giocatore in campo. Parla e pensa alla grande soddisfazione che lui e la squadra sono riusciti a dare ai 10.000 tifosi di Amsterdam e a tutti gli italiani. "Questo stadio tutto arancione che sembrava una arancia e' stato spremuto. Era quello che speravo".

Il suo paese, Caselle di Selvazzano, e' in festa; Firenze, la citta' che lo ha adottato calcisticamente, pure. C'e' da fare una dedica a qualcuno per questa occasione speciale? "Ci sarebbe - dice Toldo - ma preferisco farla dopo la gara con la Francia".

Toldo e' il protagonista, ma tutta la difesa merita elogi e il portiere li fa in particolare a Nesta e Cannavaro che hanno combattuto fino alla fine con grande ardore. "Sono stati due leoni, hanno chiuso tutti i varchi e hanno fatto in modo da tenere gli olandesi il piu' possibile lontani da me". E se per Toldo la difesa ha grandi meriti, grandi demeriti ha l'arbitro Merk. "Ci siamo trovati subito in difficolta' e siamo stati costretti a fare una gara di contenimento per merito dell'arbitro che ha preso delle decisioni almeno discutibili". Come il primo rigore, costato anche un'ammonizione per proteste: "E' stato il piu' difficile da parare". E' la sua giornata, ma un pensiero lo ha per Di Biagio e il rigore segnato: "Complimenti, noi sappiamo quanto era difficile per lui calciarlo".

"Come ho fatto a parare i rigori, non lo so ancora". Questo il primo commento a caldo di Francesco Toldo che nella sala delle conferenze stampa ha ricevuto il premio Uefa per il miglior giocatore in campo.

Dopo l'applauso dei giornalisti il portiere ha voluto rivolgere un pensiero ai compagni. "Colgo l'occasione - ha detto Toldo - per ringraziare la squadra per questa partita molto sofferta che siamo riusciti a vincere".

Zoff subito dopo aprendo la conferenza stampa ha detto "grazie" al portiere azzurro che ha definito "grande" per gli interventi fatti durante la partita. "Per questo - ha detto ancora Zoff - e' stato giustamente premiato come migliore in campo".

img
img
img
img


Redazione

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport