Archivio: EUROBASKET '99
torna alla home page RAISport
Pubblicato il 24 Giugno 1999
Campionati europei

Italia-Turchia 64-61

Gli azzurri di Tanjevic ancora non convincono, ma i risultati arrivano

img
img
img
img
img
Secondo successo per gli azzurri
Real Video - 281256 bytes - download
img

Antibes, 23 giugno 1999

Un'altra vittoria con il cuore in gola, quella dell'Italia sulla Turchia (64-61), che porta gli azzurri alla seconda fase con una dote di 4 punti, esattamente come i Turchi (formalmente primi nel girone di Antibes) e i croati che li accompagneranno a Le Mans. Un successo diverso dagli altri, costruito in rimonta, nell'ultimo quarto d'ora di gioco, propio quando la Turchia sembrava in condizione di portarsi fuori tiro. Li' Tanjevic ha affidato la squadra a Davide Bonora che, da playmaker autentico, ha saputo cadenzare i ritmi giusti, trovare gli uomini liberi. Ne hanno tratto beneficio sia Myers che Meneghin, autori dei canestri che hanno riportato l'Italia a contatto e poi avanti, grazie ad un parziale di 15-4 in poco piu' di 6 minuti.

La squadra e' parsa molto piu' equilibrata, soprattutto in attacco, fino a quel momento preda delle mobilissime marcature turche. E ha acquisito molta piu' sicurezza, che ha avuto positive ripercussioni in difesa, tanto che la Turchia e' stata costretta ad affidarsi a soluzioni individuali, ora di Turkcan (ancora una volta il migliore, dopo che Turkoglu era uscito per infortunio) ora di Kutluay. Ma non e' bastato e gli azzurri hanno portato a casa una vittoria importantissima.

Inizio spumeggiante italiano (5-0) ma la Turchia replica subito: difende bene e Besok e' anche bravo a farsi trovare libero. Otto degli 11 punti turchi sono del pivot, che sfugge regolarmente a Chiacig, il quale si vendica in attacco. Lavorano bene anche Myers e Meneghin ma la squadra di Kunter si trova ad occhi chiusi. Sul 15-11 entra Turkcan e, in meno di un minuto, la Turchia e' avanti, con una 'bomba' di Turkoglu, che si ripete subito dopo, imitato poi da tunceri. Poi Turkoglu deve uscire per una botta alla schiena, dopo un'azione d'attacco.

Le difficolta' offensive degli azzurri sono evidenti: segna Fucka (2+1) all'11'24" (23-24) e restera' l' unico canestro su azione prima di quelli di Myers nel minuto finale del tempo. Cosi', fra palloni persi, rimbalzi lasciati agli avversari, l' Italia vede i turchi fuggire via fino al +7 siglato da Yildirim (32-25) al 17'. Nel finale, pero', gli azzurri riscoprono Myers e chiudono sotto di un solo punto (33-34).

Due palloni persi nei primi 32" della ripresa e un tiro da tre punti di Meneghin che gira due volte sul ferro ed esce non sembrano un buon segnale. La difesa turca ha una straordinaria intensita' ed e' quella che favorisce il nuovo allungo. Gli azzurri le lasciano in mano troppi palloni. Sul 41-35 al 4'54", Tanjevic gioca la carta-Bonora. Rompe l'assedio Myers con una 'bomba' (38-43), ma sono troppi i palloni persi.

Pero' la difesa azzurra si e' fatta piu' dura e anche i turchi cominciano a sbagliare qualcosa. A meta' ripresa c'e' di nuovo il contatto (44-45), con 6 punti di seguito di Meneghin, che manca la tripla del sorpasso. Sorpasso che riesce a Myers dalla lunetta dopo essere stato fermato fallosamente su palla rubata. E' il 10'51". Ma i turchi reagiscono subito, anche quando gli azzurri vanno a +4: Turkcan e' l'uomo-ovunque, come prima Fucka neppure Galanda riesce a tenerlo. Parita' al 16'50" (56-56), il finale e' tutto degli azzurri: un concentrato di emozioni, con +5 per l'Italia a 1'09". Ma non e' finita, Kutluay realizza da 8 metri, Bonora, dopo due tiri falliti dalla lunetta, ne realizza due importantissimi, dopo un 1/2 sempre ai tiri liberi di sarica.

Infine Myers, anche lui 1/2 sempre dalla lunetta, sigla il definitivo 64-61.

Vittoria azzurra, festeggiata come se fosse una finale, con qualche eccesso verbale di troppo e con Meneghin e Basile che davanti alle telecamere fanno il gesto 'brasiliano' di cullare il pupo, un omaggio alla figlia dello stesso Basile, nata nei giorni scorsi. E adesso due giorni di sosta, per il trasferimento a Le Mans, dove venerdi' si aprira' la seconda fase. Prima avversaria degli azzurri la Germania.

    Italia batte Turchia 64-61 (33-34)

  • Italia: Bonora 4 (1/3), Basile, Galanda (0/1 Da Tre), Fucka 9 (3/6, 0/1), Marconato 5, De Pol (0/2), Myers 20 (3/6, 2/3), Meneghin 14 (4/6, 1/5), Abbio 1, Mian Ne, Chiacig 11 (3/4), Damiao.
  • Turchia: Tunceri 8 (1/5, 2/3), Turkoglu 6 (2/2 Da Tre), Turckan 13 (6/8, 0/1), Erden Ne, Konuk 2 (1/2), Yildirim 6 (2/2, 0/1), Kutluay 10 (2/6, 1/3), Okur, Besok 12 (6/11), Oyguc Ne, Pars 2 (1/1), Sarica 2 (0/3, 0/2).
  • Arbitri: Betancor (Spa) e Sudek (Slk)
  • Tiri liberi: Italia 27/35, Turchia 8/10.
  • Uscito per cinque falli: nessuno
  • Rimbalzi: Italia 22, Turchia 27.
  • Tiri da tre punti: Italia 3/10, Turchia 5/12.
  • Spettatori: 4.000.
  • Infortuni: a Turkoglu a 12'40" del pt, uscito e non piu' utilizzato.


RaiSport

archivio news argomenti autori ultima ora cerca
RAISport Copyright 1996-99 RAISPORT
Per la pubblicità...
Redazione Internet RaiSport
Commenti a RAI@Sport
RAI