18 Luglio 2001


archivio: FUKUOKA 2001


Mondiali Nuoto 2001

Bronzo senza gioia

Pampana, terzo, squalificato. Venturini guadagna cosi` il bronzo

img
img
img
img
img
img
img
img
I due russi
img
Bezroutchenko
La gara di fondo maschile
Real Video - 2825658 bytes - download
La gara di fondo femminile
Real Video - 1140108 bytes - download
Il servizio
Real Video - 299564 bytes - download

Fukuoka, Giappone, 18 luglio 2001

La corrente e' cambiata, nel nuoto di fondo capita spesso, e la sorte dei maratoneti e' pilotata dalle correnti che sono le arterie del mare. La corrente di Fukuoka, che fino a ieri portava gli italiani al traguardo come un benevolo tapis roulant, oggi, capricciosamente, ha loro tagliato la strada, imbrogliato le rotte.

La corrente e' cambiata, forse perche' l'Italia aveva cominciato a vincere troppo e a qualcuno dava fastidio. Nella fattispecie e' indiziato mr. Stephen Cassidy, il giudice che ha squalificato Samuele Pampana. Qualche azzurro ricorda che ad Honolulu, nelle gare premondiali, dominate dai fondisti italiani, questo signore si era distinto per la pignoleria con cui li inseguiva, quasi perseguitava. Qualcuno fa osservare che forse voleva vendicare il suo connazionale che ieri ha perso la volata per il terzo posto dopo avere subito un contatto di Marco Formentini (ma lo yankee gli era andato addosso per stringerlo e si era meritato la bracciata difensiva dell'azzurro).

Il giudice statunitense ha un cognome da cowboy e a sentirlo parlare sembra stia per estrarre una Colt dalla fondina per sparare agli interlocutori. "E' mio dovere applicare i regolamenti," ha detto sibilando a chi gli chiedeva spiegazioni di tanta severita'. "Pampana e` entrato ripetutamente e intenzionalmente a contatto con Diattchine. Cinque volte gli e' andato addosso. Alla terza per me era gia' out".

La corrente e' cambiata e, anche se l'Italia ha ottenuto gia' un record assoluto di medaglie (due ori e due bronzi), si teme molto per la gara finale dei 25 km in programma sabato. Mr Cassidy che fara'? Intanto col suo provvedimento, apparso eccessivo perfino al nuotatore sovietico, che, non solo non ha sporto reclamo, ma era anche disposto ad andare a dire che non aveva subito alcun danno (come dimostra la medaglia d'argento conquistata dietro l'irragiungibile Bezrutschenko), Cassidy ha minacciato di mandare in frantumi un'amicizia, quella fra Samuele Pampana e Fabio Venturini. Non c'e' riuscito, perche' i due amici lo sono veramente. Pero' ha cancellato l'impresa della vita ad un atleta che, gia' altre volte beffato dal destino, a proposito di corrente, oggi ha persino pensato di smetterla col nuoto.

Ne' il giudice ha regalato gioia a Venturini, che si ritrova in bacheca una medaglia piovuta dal cielo dopo averla persa in volata. si pensi alla delusione di Pampana, che aveva cominciato a raccontarsi per i taccuini dei giornalisti (... abitante a Vicare, un paese di 5000 anime in provincia di Livorno, ma nato a Pisa 25 anni fa, si sente pisano e si puo' immaginare per chi faccia il tifo nell'infuocato derby calcistico) quando e' stato chiamato dai dirigenti federali per essere informato della squalifica. E figurarsi la gioia frenata, contenuta, forse neanche gioia, di Fabio Venturini, a sua volta chiamato a raccontarsi, a buttare li' senza entusiasmo un po' di curriculum: nato a Frascati, Castelli Romani, 24 anni fa, da padre operaio Telecom e madre insegnante, ha una sorella che non nuota; e' stato terzo agli europei di Helsinki, ama dipingere i posti dove va a gareggiare e il suo idolo e' Van Gogh. "Io non so ancora se avro' il coraggio di salire sul podio domani", dice con una specie di smorfia per il regalo non gradito.

La corrente e' cambiata e' ha fatto addirittura venire il mal di mare a Melissa Pasquali che, all'avanguardia dall'inizio, sembrava potesse imitare Viola Valli, e invece a due chilometri dal traguardo ha preso a dare di stomaco ed ha dovuto abbandonare. La corrente e' cambiata e Valeria Casprini ha sbagliato il passaggio ad una boa e perso ogni speranza di piazzamento. Poi, dopo il traguardo, ha litigato con Kate Brookes che l'aveva infastidita in gara. Lei si' che avrebbe voluto avere un bel "contatto" con la neozelandese.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport