2 Agosto 2001


archivio: FUKUOKA 2001


Dopo i mondiali

Onore agli azzurri

Azzurri ricevuti a Palazzo Chigi dal presidente del consiglio Berlusconi

img
img
img
img
img
img
img
img
img
Il servizo
Real Video - 213498 bytes - download

Roma, 2 agosto 2001

Trenta minuti di incontro cordiale e pieno di battute. Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi e' tornato ad incontrare atleti azzurri a Palazzo Chigi dopo l'ultima volta, nel '94, quando saluto' la nazionale di calcio guidata da Arrigo Sacchi in partenza per i mondiali Usa. "Conto di restare a Palazzo Chigi almeno 5 anni," ha detto Berlusconi ricevendo i medagliati del nuoto a Fukuoka nella sala degli arazzi, "diamoci un appuntamento per ogni anno, a cominciare dal prossimo, prima e dopo gli europei di Berlino. Tornate da li' con altre medaglie e vi faro' trovare qualcosa di piu' della medaglia ricordo di oggi".
Immediata la domanda di Massimiliano Rosolino, olimpionico e oro a Fukuoka: "Tipo?".
"Fidatevi," la risposta del premier," quando ero al Milan, Baresi che mi chiedeva i premi era sempre soddisfatto".

Berlusconi, accompagnato dal sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, dal ministro per le pari opportunita' Stefania Prestigiacomo e dal sottosegretario ai beni culturali Mario Pescante, si e' impegnato ad occuparsi dalla prossima settimana dei problemi finanziari dello sport italiano. Il presidente del Coni Gianni Petrucci, che guidava la delegazione con il segretario generale Raffaele Pagnozzi e il presidente della Fin Paolo Barelli (senatore di Forza Italia), ha ribadito a Berlusconi l'esigenza di un intervento finanziario del governo.

Gli atleti azzurri hanno donato al premier un pallone rosa con la firma delle 13 pallanotiste d'oro e un equipaggiamento completo della nazionale, con accappatoio e costume. "Ma non era il body integrale," ha scherzato Rosolino, "piuttosto un semplice costume da poter usare anche al mare".


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport