12 Luglio 2001


archivio: GIRO D'ITALIA 2001


10 tappa

Alla Brandli la 10

La svizzera batte in volata la maglia rosa

img
img
img
il servizio
Real Video - 281340 bytes - download

Belluno Nevegal, 12 luglio

Nicole Brandli (Edilsavino) ha vinto la decima tappa, da Trento a Belluno Nevegal di 131 chilometri. La svizzera ha battuto in volata Rosalisa Lapomarda e Zinaida Stahurskaia che conserva la maglia rosa.
Domani ultime montagne nella Paularo-Paularo di 89,5 km.

    Ordine d'arrivo
  1. Nicole Brandli (Svi) 3h52'41" (media: 33,780 km/h)
  2. Rosalisa Lapomarda (Ita) st
  3. Zinaida Stahurskaia (Bie) st
  4. Diana Ziliute (Lit) a 1'12"
  5. Fabiana Luperini (Ita) a 1'15"
  6. Mirjam Melchers (Ned) a 1'18"
  7. Alessandra Cappellotto (Ita) a 1'37"
  8. Olga Zabelinskaia (Rus) a 1'51"
  9. Susanne Ljungskog (Sve) a 2'04"
  10. Edita Pucinskaite (Lit) st
    Classifica generale
  1. Zinaida Stahurskaia (Bie-Gas) 33h06'31" (media: 36,542 km/h)
  2. Nicole Brandli (Svi) a 20"
  3. Rosalisa Lapomarda (Ita) a 58"
  4. Alessandra Cappellotto (Ita) a 3'04"
  5. Edita Pucinskaite (Lit) a 4'30"
  6. Fabiana Luperini (Ita) a 4'32"
  7. Diana Ziliute (Lit) a 5'05"
  8. Joanne Somarriba (Spa) a 6'54"
  9. Cindy Pieters (Bel) a 9'00"
  10. Simona Parente (Ita) a 10'30"

Doping - Nel frigo della sede di Castel San Pietro (Bologna) della Edilsavino, dove hanno fatto base per gli allenamenti le atlete della squadra di ciclismo impegnata al giro femminile, i carabinieri del Nas di Bologna hanno trovato una fiala di un composto ritenuto a base di nandrolone, una fiala con la scritta "dinabolon", la marca di un anabolizzante, e altre due fiale di vetro con l'etichetta grattata.
I militari bolognesi, che hanno operato su mandato della pm Donatella Castore della procura del capoluogo emiliano, hanno sequestrato - sempre a Castel San Pietro - anche parecchie confezioni di farmaci vuote e semivuote che erano state gettate, tra cui cinque di "androderm", una marca di cerotti a base di testosterone. Quattro erano completamente vuote, in una c'erano ancora un paio di cerotti. Trovate anche pastiglie anonime che verranno analizzate, al pari degli altri prodotti sequestrati.

L'operazione dei Nas ha portato alle perquisizioni di abitazioni private di componenti dello staff della squadra. Nell'abitazione in toscana di un infermiere che segue la squadra i carabinieri hanno trovato farmaci considerati di provenienza ospedaliera e ricette in bianco. Confermato anche il sequestro, avvenuto pero' al Giro, di un biglietto scritto al computer con una lista di prodotti farmaceutici, alcuni dei quali dopanti, tra cui il "saizen", cioe' l'ormone della crescita. Il biglietto, che aveva accanto ai prodotti degli appunti a biro e che era intestato con la scritta "prodotti di giornata", era contenuto in un marsupio ritrovato dai militari sotto il sedile di un'ammiraglia della squadra.
Confermate dagli investigatori anche le tante prescrizioni mediche, di farmaci non dopanti, a carico di diverse atlete della Edilsavino.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport