12 Ottobre 2001


archivio: ATLETICA


Fiona lascia

E` ufficiale: Fiona May ha deciso per il ritiro. Almeno per un anno, poi si vedra`

img

Milano, 12 ottobre 2001

La campionessa del mondo di salto in lungo Fiona May ha annunciato ufficialmente questa sera a Milano il suo ritiro dalle gare "almeno per un anno". "Il prossimo ottobre vedro' se avro' ancora motivazioni per continuare oppure no, ma ora ho bisogno di staccare".

In un incontro organizzato in suo onore in un ristorante milanese, la campionessa azzurra si e' detta "convinta" della decisione di prendere una pausa. "Non so se quello appena trascorso e' stato per me l'ultimo anno oppure no. So solo che ora avevo bisogno di fermarmi: tra un anno decidero' se tornare. Dipendera' dalle motivazioni, dalla voglia, anche se so gia' fin d'ora che sara' piu' difficile. Vedremo allora".

Dopo una carriera straordinaria che l'ha vista in sette anni conquistare per ben sette volte il podio tra olimpiadi, campionati mondiali, campionati europei, Fiona May a 33 anni ha deciso che l'atletica non puo' piu' assorbire, come invece ha fatto finora, tutta la sua vita. "In questi anni ho dimostrato di essere la piu' forte - ha commentato - perche' cambiavano le avversarie, ma sul podio comunque io ero una presenza fissa. Per questo mi sento la piu' forte. Poco importava se arrivavo prima, seconda, o terza. Contava che io fossi sempre li', sul podio".

Podio che l'ha vista medaglia d'oro agli ultimi mondiali di Edmonton. "Chiudo quest'anno - ha detto - convinta che forse per me e' stato l'anno piu' bello. Volevo chiudere in bellezza, ci tenevo tantissimo a ottenere un buon risultato ed averlo raggiunto per me e' stato ed e' motivo di grande soddisfazione".

Rimpianti? "no - ha risposto - dopo sette anni di risultati ad altissimo livello di rimpianti e' fuori luogo parlare".

Nella sua carriera Fiona May ha ottenuto questi risultati: campionessa del mondo nel '95, argento alle olimpiadi di Atlanta nel '96, bronzo ai mondiali di Atene del '97, argento agli europei di Budapest nel '98 (dove, con la misura di 7,11 metri, ottenne il primato italiano che tuttora detiene), argento ai mondiali di Siviglia nel '99, argento alle olimpiadi di Sidney 2000, oro a Edmonton 2001.

Proprio per ricordare questo suo ultimo successo a questa sua serata di addio (almeno per un anno) ha voluto intervenire anche il direttore della Gazzetta Dello Sport, Candido Cannavo', con un regalo personale per Fiona: la prima pagina della Gazzetta incorniciata intorno alla notizia della conquista della medaglia d'oro e alla sua foto: lei, felice, che corre sorridendo e sventolando la bandiera italiana.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport