WebRAISport News
Archivio: CALCIOPubblicato il 21 Giugno 1998

Spareggio promozione
Perugia in A
Gli umbri coronano ai calci di rigore una rimonta incredibile

img
img
img
img
img
img
img
img
img
L'ultima serie di rigori
Real Video - 937925 bytes - download
1-1, il pareggio di Ferrante
Animazione Mpeg - 813061 bytes
1-0, la rete di Tovalieri
Animazione Mpeg - 1220613 bytes
Intervista a fine gara a Tovalieri
Real Video - 148668 bytes - download
img
Il gol del Perugia
img
img
img
Il gol del Torino
img
img
img

Reggio Emilia, 21 giugno '98

E' il Perugia la quarta squadra promossa in serie A, dopo Salernitana, Venezia, Cagliari. Sul neutro di Reggio Emilia, gli umbri superano il Torino 6-5 ai rigori (1-1 dopo i supplementari). Partita nervosa con l'arbitro Cesari impegnato subito a smorzare ogni accenno di gioco duro (nei primi 7' espelle il torinista Tricarico e ammonisce Bucci e Materazzi). Va in vantaggio, al 75', il Perugia con Tovalieri che giÓ nel primo tempo aveva centrato la traversa. Immediato pari (79') dei granata con Ferrante. Equilibrio anche nei supplementari e ai rigori prevale il Perugia. Il club umbro e' ormai abituato, come un incallito giocatore d' azzardo, a rischiare tutto nell'ultima partita del campionato. Due anni fa conquisto' la promozione in A, battendo al Curi il Verona. L' anno scorso, a Piacenza, fu sconfitto e torno' in B. Quest'anno c'e' voluto uno spareggio. E' toccato a Ilario Castagner, quarto allenatore della stagione, guidare gli umbri alla promozione. Il tecnico veneto, perugino d'adozione, ha ripetuto cosi' l'impresa del '74-75, quando, alla sua prima esperienza come allenatore, centro' con il Perugia la massima serie. Poi, insieme al presidente Franco D'Attoma e al direttore sportivo Silvano Ramaccioni, modello' il Perugia 'dei miracoli' che ottenne un secondo posto, alla spalle del Milan, nel '78-79, e il record dell'imbattibilita'. Il Perugia aveva cominciato la stagione con Attilio Perotti in panchina e con una squadra fortemente rinnovata. Aveva ceduto giunti, Negri, Gautieri, Goretti, Dicara e si era tuffato sul mercato straniero, prendendo, fra gli altri, Versavel. Perotti si dimise il 19 ottobre, dopo otto giornate di campionato e 13 punti. Al suo posto, dopo un tentativo di riprendere Galeone, che era ancora sotto contratto prima che il 'profeta' scegliesse Napoli, venne chiamato Albertino Bigon: anche per lui otto giornate e 10 punti. Il 6 gennaio torno' Perotti. Nel frattempo la societa' aveva perso per strada molti degli stranieri di inizio campionato e aveva acquistato Tovalieri e Melli. Ma anche questa seconda esperienza di Perotti sulla panchina umbra non porto' i risultati sperati da Gaucci. Il Perugia restava nelle zone alte della classifica, ma senza riuscire a decollare. Si giunse cosi' all' ennesimo cambio in panchina e al ritorno di Castagner. La squadra ritrovo' serenita' e comincio' a vincere fuori e a pareggiare in casa. L' aggancio al Torino sembro' possibile quando il Perugia ando' a vincere a Pescara e la squadra di Reja venne fermata in casa dal Chievo. Poi lo scontro diretto al Curi, vinto dagli umbri 2-1. Nella conferenza stampa di presentazione di Castagner, davanti ai giornalisti, Gaucci consegno' al tecnico una tabella punti per le ultime undici giornate di campionato, che prevedeva la promozione in A del Perugia, quarto a 58 punti, davanti a Torino, Reggiana e Genoa. Il presidente 'mangia allenatori' si e' sbagliato soltanto sui punti.

                    PERUGIA    1           TORINO      1 
                  75'Tovalieri           79'Ferrante     
                 
                     Pagotto                Bucci
                     Grossi ***             Bonomi
                     Matrecano              Fattori
                     Materazzi              Maltagliati
                     Colonnello             Tricarico 7'
                     Cucciari **            Nunziata ***
                     Manicone               Ficcadenti **
                     Olive                  Dorigo
                     Rapaic                 Lentini
                     Tovalieri              Ferrante
                     Guidoni *              Foglia *
                
                                Sostituzioni 
                    * 55'Bernardini      * 45' Mercuri
                   ** 59'Lombardo       ** 101'Cravero
                  *** 91' Cottini      *** 107'Carparelli

                      Arbitro: Cesari  Spett.: 25.000

                Questa la successione dei calci di rigore:

                     Torino  Ferrante   gol Lentini gol
                             Cravero    gol Dorigo  palo
                             Carparelli gol 

                      Perugia Bernardini gol Rapaic     gol
                              Materazzi  gol Colonnello gol
                              Tovalieri  gol 



Archivio News ----- Argomenti Autori Ultima ora Cerca
------------------------------
[ RAI Sport ] Copyright © 1996-98 RAISPORT
Realizzato da NetLine
Redazione Internet RaiSport
Commenti a "raitgs@tin.it
[ RAI ]