Archivio: CALCIO
torna alla home page RAISport
Pubblicato il 1 Luglio 1999
Pubblicita` Pubblicita`

Riecco Panucci

L'Inter presenta il neoacquisto Christian Panucci

img
img
img
img
img
La presentazione di Christian Panucci
Real Video - 303479 bytes - download
img

Milano, 1 luglio 1999

Christian Panucci vuole lo scudetto al primo colpo, come con Milan e Real Madrid, e l'Inter spera davvero che il suo sogno diventi realta'. Il 26enne difensore e' stato presentato in pompa magna nella sede nerazzurra di Via Durini, e nonostante i tanti trofei vinti in carriera (due campionati italiani, uno spagnolo, due Coppe Campioni, una Intercontinentale, una Supercoppa europea), ha dichiarato di non essere affatto appagato.

"Il mio obiettivo e' vincere subito lo scudetto - ha detto - come con Milan e Real. Ci sono tutti i presupposti per riuscirci, visto che il gruppo dei giocatori e' fortissimo. Adesso questa forza la dovremo dimostrare sul campo. Io ci credo. Sono orgoglioso di essere all'Inter, la squadra per cui ho sempre tifato, fin da quando la vidi in un'amichevole di tanti anni fa a Savona, la mia citta'. Non sono pero' qui come tifoso, ma perche' credo in un progetto". Panucci non si nasconde che sara' dura, per i tifosi del Milan, capire questo trasferimento: "Milano e' ormai la mia citta', volevo tornarci. Al Milan come societa' sono riconoscente per quello che mi ha dato, e nel Milan come squadra ho amici veri, che rimangono amici a prescindere dal calcio. Continuero' ad andare a cena con loro. Questa e' la vita. Se i tifosi rossoneri mi fischiassero, pero', tutto sommato li capirei, fa parte del gioco".

Se l'Inter non la ritirera', Panucci indossera' la maglia n. 2, quella dello 'zio' Bergomi. "Ci tengo, e' sempre stata la mia maglia. Sarei onorato di indossarla, anche perche' per 20 anni e' stata di un campione come Beppe. Un esempio per tutti, una bandiera". Uno dei motivi che ha convinto Panucci a tornare in Italia e' stata la presenza sulla panchina nerazzurra di Marcello Lippi. "L'ho sentito al telefono il giorno dopo la firma del contratto, sono orgoglioso di lavorare con lui. Lippi e' un vincente, e io all'Inter sono venuto per vincere ancora tanto". Panucci e' gia' soddisfatto dell'organico nerazzurro ma, ricordando i tempi di Madrid, un nome sui possibili rinforzi gli scappa: "Seedorf e' un grandissimo campione, tutte le squadre lo vorrebbero, ma non si possono comprare tutti".

Il difensore savonese, ex anche del Genoa, ha la fama di carattere di difficile, ma non teme i veleni dello spogliatoio dell'Inter: "in tutti gli spogliatoi si discute e si litiga, non solo in quello dell'Inter. In tutti gli spogliatoi bastano i risultati per rasserenare l'ambiente". Panucci non serba rancore a nessuno, nemmeno a chi e' stato artefice del suo esilio. "Non ho rivincite da prendermi, e' solo che volevo fortemente l'Inter e all'Inter sono arrivato". Il suo contratto e' fino al giugno 2004, da 4 miliardi netti a stagione (cifre non ufficiali).


RaiSport

archivio news argomenti autori ultima ora cerca
RAISport Copyright 1996-99 RAISPORT
Per la pubblicità...
Redazione Internet RaiSport
Commenti a RAI@Sport
RAI