Archivio: CALCIO
torna alla home page RAISport
Pubblicato il 13 Luglio 1999
Pubblicita` Pubblicita`
Inizia il ritiro dei rossoblu'

Parte anche il Cagliari

26 convocati, partito Muzzi, arrivera' Conti. Suazo la scommessa

img

Cagliari, 13 luglio '99

Un nuovo inizio con un obiettivo: la salvezza. Ma anche concendendosi qualche lusso come la sconfitta "di qualche grande", non limitandosi a competere con le altre provinciali e senza lasciarsi travolgere dagli "eccessi" che dominano ormai il mondo del calcio.
E' con questo spirito, e questi programmi, che Oscar Washington Tabarez, il tecnico uruguayano tornato dopo quattro anni sulla panchina dei sardi, affronta la nuova sfida nel campionato italiano senza rimpianti per la "toccata e fuga" dai palcoscenici di prestigio (la breve parentesi al Milan nel campionato 1996-97).
"Cagliari - spiega Tabarez - puo' ancora essere considerata un'isola felice e dal punto di vista ambientale e' il massimo. Per quanto riguarda il calcio, come tutte le squadre di provincia non puo' pensare di sfidare economicamente i grossi club che dominano il mercato con cifre sempre piu' alte. L'importante e' che la societa' non entri in queste follie, ma dia spazio ai giovani puntando tutto sul collettivo".
Partito Muzzi, il cannoniere dello scorso anno, che Cagliari sara? "E' presto per parlare di modulo. Non esistono - spiega - moduli vincenti, dipende tutto dalle caratteristiche dei giocatori. Quando saremo in ritiro parlero' con loro e proveremo sul campo le soluzioni migliori. Sono soddisfatto della campagna acquisti. Si sapeva da tempo che Muzzi sarebbe partito, mentre per Vasari si tratta di scelte della societa' e del giocatore. Mente chi dice che a me non serviva. Il Cagliari ha, comunque, bisogno di giovani, di gente che abbia voglia di imporsi. Se poi la 'rosa' avra' bisogno di qualche rinforzo vedremo. C'e' tempo, ma io mi auguro di no".
Cinque anni fa arrivo' in Italia con l'etichetta di allenatore colto, progressista. Ama la lettura, parla di politica. Ma Tabarez come si definisce? "Non credo di essere diverso dagli altri. A me piace leggere molti libri, ma ognuno e' libero di fare cio' che vuole nel tempo libero. Io sono un allenatore di calcio, questa e' la mia missione e professione". Il Cagliari si e' radunato oggi al Sant'Elia in vista della partenza per il ritiro di Riscone, in Alto Adige, in programmma domenica. Sono 26 i convocati, non tutti presenti: mancano Diego Lopez, impegnato con la nazionale uruguayana in Coppa America e la promessa dell'Honduras, David Suazo Velasquez, che sta disputando i play-off per lo scudetto con l'Olimpia.
E mentre si parla sempre meno dell'ultimo partente e del prossimo arrivo (Daniele Conti), Tabarez accoglie la squadra sul campo per quella che lui stesso definisce una "breve chiacchierata". E' l'approccio di un tecnico che tutti chiamano 'El Maestro'.

Questi i convocati del Cagliari 1999/2000:

  • Portieri: Alessio Scarpi (1973), Maurizio Franzone (1969), Cristian Chessari (1980).
  • Difensori: Nicola Diliso (1974), Gianluca Grassadonia (1972), Moustapha Keita' (1980), Diego Lopez (1974), Fabio Macellari (1974), Francois Modesto (1978), David Nyathi (1969), Matteo Villa (1970), Jonathan Zebina (1978).
  • Centrocampisti: Nelson Abeijon (1973), Daniele Berretta (1972), Davide Carrus (1979), Gianni Cavezzi (1969), Tiziano De Patre (1968), Giovanni Soro (1980), Fabian O'Neill (1973), Giovanni Sulcis (1975).
  • Attaccanti: Bernardo Corradi (1976), Jason Mayele' (1976), Patrick Mboma (1970), David Suazo (1980), Andrea Pisanu (1982), Emiliano Melis (1979).


    Redazione

archivio news argomenti autori ultima ora cerca
RAISport Copyright 1996-99 RAISPORT
Per la pubblicità...
Redazione Internet RaiSport
Commenti a RAI@Sport
RAI