3 Marzo 2000


archivio: CALCIO


Serie A / 24ª giornata

I numeri della 24ª

Fatti e curiosita' della prossima giornata di campionato

img
img
img
img

3 marzo 2000

FIORENTINA - PIACENZA

  • Squalificati: Sacchetti (Piacenza)
  • Diffidati: Adani (Fiorentina), Polonia, Delli Carri, Rizzitelli, Mazzola, Morrone (Piacenza)

  • 4 i precedenti fra Fiorentina e Piacenza in Toscana con i biancorossi mai vittoriosi: 2 vittorie viola (ultima 2-1 lo scorso anno), 2 anche i pareggi (ultimo 1-1 nel 97/98)
  • Sfida inedita tra le panchine di Trapattoni e di Braghin/Bernazzani.
  • Le partite fra Fiorentina e Piacenza si sono finora contraddistinte per l' elevato numero di rigori assegnati. Su 9 partite disputate in serie A tra le due formazioni, sono stati fischiati ben 8 tiri dal dischetto, 5 per il Piacenza, 3 per la Fiorentina. E sopratutto tutti sono stati realizzati.
  • Dopo 23 giornate del campionato 1999/2000 il Piacenza e' una delle tre squadre che hanno totalizzato il maggior numero di 0-0. I biancorossi emiliani hanno centrato il risultato ad occhiali in 5 occasioni, cosi' come hanno fatto Lazio e Bologna.
  • Nelle 9 giornate di campionato finora disputate dalla Fiorentina all' indomani dei turni infrasettimanali di Champions League, la squadra viola ha dato la netta impressione di trovarsi in difficolta': 2 sole le vittorie, 4 i pareggi, 3 le sconfitte, ma sopratutto una serie negativa di sette partite, considerando che i due soli successi sono avvenuti proprio dopo i primi due incontri europei: 1-0 sul Bari dopo il ritorno del preliminare contro il Lodz, 4-1 sul Verona dopo la gara interna contro l' Arsenal, prima giornata del primo girone.
  • 46 vittorie, 19 pareggi, 15 sconfitte, una media-punti gara di 1.96, la piu' alta nella carriera di Giovanni Trapattoni nei mesi-campionato. E' proprio marzo il mese piu' propizio del tecnico di Cusano Milanino da quando allena in serie A. La Fiorentina ci spera per rimontare la sua per ora modesta classifica.
  • Paolo Cristallini ed Arturo Di Napoli paiono avere un particolare feeling quando trovano rispettivamente Toldo e la Fiorentina. Il centrocampista biancorosso ha nel portiere viola uno dei tre piu' battuti in carriera su un totale di 18 reti realizzate: due i gol segnati cosi' come a Mancini ed a Mazzantini. L' attaccante ex empolese, autore di 36 reti in carriera, ha nella Fiorentina il suo bersaglio prediletto: 3 reti segnate ai viola cosi' come a Parma, Sampdoria e Cagliari.
  • Tredici sconfitte gia' rimediate in ventidue giornate di campionato. Il Piacenza e' a due passi dall' eguagliare il proprio record di sconfitte in una stagione di serie A. Il primato negativo dei biancorossi e' di 15 insuccessi stabilito una prima volta nel 1995/96 e bissato la scorsa stagione.
  • Il Piacenza e' anche la squadra dall' attacco piu' scarso in questo campionato: appena 12 i gol realizzati in 23 partite. Ed anche nelle gare esterne vanta questo infelice record: 5 le reti segnate fuori casa dagli emiliani.

LECCE - LAZIO

  • Squalificati: nessuno
  • Diffidati: Traversa, Colonnello (Lecce), Sensini, Couto, Stankovic (Lazio)

  • 10 i precedenti a Lecce e tradizione negativa per la Lazio: 6 i successi dei padroni di casa (ultimo 1-0 nel 97/98), 3 i pareggi (ultimo 0-0 nel 89/90), 1 sola vittoria laziale (2-1 nel 93/94). L' unica partita vinta dalla Lazio a Via del Mare coincide anche con l' unica volta in cui la Lazio e' andata in gol allo stadio leccese.
  • Un solo precedente tra Cavasin ed Eriksson, che si riferisce alla gara di andata vinta dalla Lazio per 4-2.
  • Dopo 23 giornate del campionato 1999/2000 la Lazio e' una delle tre squadre che hanno totalizzato il maggior numero di 0-0. I biancocelesti hanno centrato il risultato ad occhiali in 5 occasioni, cosi' come hanno fatto Piacenza e Bologna.
  • Il Lecce ha battuto due sole volte le formazioni allenate da Sven Goran Eriksson, ma la prima di esse e' stata una vittoria storica. Era il 20 aprile 1986 quando la squadra salentina espugno' l' Olimpico, casa Roma, con un 3-2 che causo' la perdita dello scudetto della Roma. La squadra di Eriksson era al momento prima in classifica, appaiata alla Juventus, mentre il Lecce era aritmeticamente gia' retrocesso in serie B.
  • Nove punti guadagnati nel corso dei secondi tempi. Dopo 23 giornate di campionato il Lecce e' terzo nella speciale graduatoria delle squadre che maggiormente recuperano o migliorano i propri risultati nel corso dei secondi quarantacinque minuti. Al comando troviamo il Milan, a +12, segue la Juventus con +11. In cinque occasioni i giallorossi hanno vinto dopo aver chiuso in parita' al 45°, una volta addirittura hanno vinto dopo che perdevano a meta' gara. Tre le rimonte subite: due volte da pareggio a sconfitta, una volta da vittoria a pareggio.
  • Per la nona volta nella stagione la Lazio affronta una partita di campionato all' indomani di un turno infrasettimanale di Champions League. E finora la squadra di Eriksson e' imbattuta, dimostrando pertanto di non soffrire le gare di coppa. 5 vittorie e 3 pareggi lo score in campionato della Lazio dopo le eurocoppe.
  • Nel 2000 il rendimento del Lecce ha subito una qual certa flessione: nelle ultime quattro giornate i salentini hanno messo insieme un solo punto e ben tre sconfitte. L' ultimo successo risale alla seconda giornata di ritorno, 2-1 sul Verona. E dal 1 gennaio scorso la squadra di Cavasin ha segnato 8 reti, di cui ben 7 portano la firma di Cristiano Lucarelli. Una vera e propria dipendenza considerando che prima di Natale il bomber toscano aveva segnato 6 reti sulle 15 totali di squadra.

PARMA - REGGINA

  • Squalificati: nessuno
  • Diffidati: Baggio, Fuser, Ortega, Sartor (Parma), Brevi, Pirlo, Giacchetta (Reggina)

  • Tre precedenti e mai un pareggio nei precedenti ufficiali fra le due squadre giocati a Parma. Due le vittorie emiliane (ultima 3-0 nel 88/89), una calabrese (2-0 nel 89/90, a tavolino, assegnata perche' era stato colpito il difensore amaranto Cascione).
  • Nei 7 precedenti fra Malesani e Colomba il tecnico ospite non ha mai vinto: 2 i successi di Malesani, 5 i pareggi. Malesani su 6 precedenti contro la Reggina e' anche in questo caso imbattuto: 2 vittorie e 4 pareggi, mentre quando Colomba affronta il Parma e' sempre pareggio: 3 su altrettanti incontri.
  • Il Parma in campionato non vince da otto giornate. L'ultimo successo della squadra di Malesani è datato 6 gennaio scorso, 1-0 contro l'Udinese allo stadio Friuli. Da quel giorno i gialloblù emiliani hanno messo insieme quattro sconfitte e quattro pareggi e se non dovessero vincere oggi la serie negativa si allungherebbe a nove partite, stabilendo il nuovo record negativo, eguagliato sabato scorso contro la Fiorentina, e gia' stabilito una prima volta nella stagione 96/97, quando il Parma rimase senza vittorie per otto turni consecutivi, dalla sesta alla tredicesima giornata. Se invece dovesse perdere, il Parma ne stabilirebbe due in un colpo solo: oltre a quello di cui si e' parlato poco sopra, la quarta sconfitta interna stagionale sarebbe record in una sola stagione di A. Gia' nel 93/94 e nel 97/98 i gialloblu hanno chiuso il loro campionato di serie A perdendo 3 partite al "Tardini".
  • Giunto a 14 gol dopo 23 giornate di campionato e divenuto recentemente il massimo goleador nella storia del Parma in serie A, l' argentino Hernan Crespo cerca un altro primato: vuole raggiungere i 19 gol segnati nel 94/95 da Zola che detiene il record di segnature stagionali in un solo campionato di serie A nella storia del Parma. Per la cronaca, dopo 23 giornate di quella annata, Zola era a quota 13.
  • Imbattuto su 16 gare di campionato affrontate da tecnico nel mese di marzo: 9 vittorie, 7 pareggi, una media punti a partita di 2.12. E' il sensazionale score di Franco Colomba nel terzo mese dell' anno, un risultato che, se confermato, potrebbe dare la spinta decisiva alla formazione calabrese in lotta per la permanenza in serie A.
  • Franco Colomba torna a Parma dove ha debuttato in serie A da allenatore. Era il 12 settembre 1998 ed il suo Vicenza inchiodo' sullo 0-0 i gialloblu che vedevano l' esordio sulla loro panchina di Alberto Malesani.
  • Il Parma fara' bene a non sottovalutare la Reggina. I calabresi in questo campionato hanno gia' conquistato 11 punti sui 25 totali contro le attuali prime nove della graduatoria (2 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte), in pratica 44% del proprio bottino complessivo.
  • La Reggina e' una delle due squadre dell' attuale campionato che va a segno con il minor numero di calciatori. Sono appena 7 i calciatori amaranto che almeno una volta hanno inserito il proprio nome nel tabellino dei marcatori. I calabresi sono imbattuti da 4 turni: 2 vittorie e 2 pareggi.

ROMA - TORINO

  • Squalificati: Bonomi, Diawara (Torino)
  • Diffidati: Di Francesco, Del Vecchio (Roma), Scarchilli, Ficcadenti, Tricarico, Maltagliati, Galante, Grandoni, Brambilla, Ferrante (Torino)

  • I precedenti a Roma sono 72: 40 le vittorie della Roma (ultima 1-0 nel 95/96), 18 i pareggi (ultimo 1-1 nel 94/95), 14 i successi granata (ultimo 5-4 nel 92/93).
  • 15 confronti e mai una vittoria per Mondonico nei confronti di Capello: 8 successi del tecnico giallorosso, 7 i pareggi. Ed il tecnico della Roma non ha mai perduto in carriera neppure contro il Torino: 6 vittorie e 9 pareggi anche qui su un totale di 15 confronti.
  • La Roma e' reduce da 7 vittorie interne consecutive in campionato. L' ultima squadra a strappare punti all' Olimpico e' stato il Cagliari che inchiodo' i giallorossi su un pareggio per 2-2 in data 7 novembre. Per ritrovare una Roma cosi' in salute nelle gare interne di campionato, bisogna tornare indietro fino al 1982/83 quando, nell' anno del secondo scudetto, venne fissato il record di vittorie interne consecutive in un solo campionato giallorosso: 10. La serie fu interrotta il 6 marzo 1983 (oggi e' il 5) dalla Juventus (oggi arriva un altra torinese) che si impose 2-1.
  • Sono Vincenzo Montella e Marco Ferrante i goleador della serie A dal 1 gennaio ad oggi. L' attaccante della Roma nel 2000 ha gia' firmato dieci reti, quello del Torino insegue a ruota, quota 9.
  • Il mese di marzo non e' particolarmente propizio ai tecnici di Roma e Torino. Fabio Capello continua nel terzo mese dell' anno il calo che solitamente le sue squadre iniziano a fine gennaio e proseguono costantemente fino al termine della stagione. A febbraio le sue squadre raccolgono una media punti a partita di 2.08 (quest' anno ha chiuso a 1.75), in marzo si cala a 1.95, in aprile a 1.50, in maggio a 1.47. Emiliano Mondonico tocca invece proprio a marzo i propri minimi storici facendo registrare una media punti a gara di 1.11 toccando il fondo di un ribasso che porta dal 1.55 di gennaio appunto al punteggio poco sopra registrato nel terzo mese dell' anno.
  • Nella classifica delle sostituzioni per squadra nel corso delle prime 23 giornate del campionato 1999/2000 Capello e Mondonico si trovano a poli opposti: il tecnico della Roma e' quello che meno di tutti utilizza i cambi, avendone fatti 46 sui 69 possibili, Mondonico e' il secondo tra quelli che ne fanno di piu' con 68 su 69.
  • Il 12 aprile 1987 proprio contro il Torino, Fabio Capello sedeva per la prima volta nella sua carriera su una panchina. Aveva da poco sostituito nel Milan Nils Liedholm. L' esordio fu felicissimo: i rossoneri superarono i granata con un 1-0 firmato dalla rete di Hateley.
  • Torino senza vittorie da 5 turni (4 pareggi e 1 sconfitta), ma in trasferta e' uscito imbattuto dalle ultime quattro mettendo insieme 1 vittoria e 3 pareggi.

VERONA - BOLOGNA

  • Squalificati: nessuno
  • Diffidati: Apolloni, Morfeo, Colucci, Franceschetti (Verona), Tarantino, Signori, Ingesson, Ze Elias, Paramatti (Bologna)

  • I precedenti a Verona sono 17: 6 le vittorie venete (ultima 1-0 del 92/93), 9 i pareggi (ultimo 1-1 del 95/96), 2 le vittorie bolognesi (ultima 2-0 nel 96/97).
  • Fra Prandelli e Guidolin (il primo avvicendo' il secondo nell' Atalanta 93/94, per entrambi fu la prima esperienza su una panchina di A) si conta un solo precedente: Lecce-Vicenza 0-1 nella serie A 97/98. In 4 precedenti, invece, tra Guidolin e il Verona (squadra in cui ha militato da giocatore dal '75 al '77, nel 78/79, dal '80 al '82) l'unico risultato uscito finora è il pareggio.
  • Il Verona cerca oggi il quarto risultato utile consecutivo, evento finora mai accaduto nel corso di questo campionato. La squadra veneta si e' infatti per ben due volte fermata a quota tre: sia dalla sesta all' ottava giornata che dalla dodicesima alla quattordicesima giornata i ragazzi di Prandelli hanno messo insieme tre risultati positivi di fila.
  • Il Verona e' la squadra piu' forte fra quelle che sono in lotta per la permanenza in serie A negli scontri diretti contro le formazioni che non fanno parte delle famose sette sorelle. I gialloblu hanno messo insieme ben 17 dei 22 punti attualmente in classifica contro le altre 10 formazioni del campionato ed appena 5 contro le sette big. La percentuale contro le altre 10 del campionato e' del 77%.
  • Centesima presenza in serie A per Carlo Nervo, tutte messe insieme con la casacca rossoblu del Bologna. Il debutto risale al 7 settembre 1996, Bologna-Lazio 1-0. Sette i gol realizzati dal centrocampista
  • E' dal 16 maggio scorso che il Bologna non beneficia di un rigore a favore in campionato. Nel torneo 1999/2000 la squadra emiliana e' rimasta l' unica a non aver ancora avuto penalty da battere. L' ultimo fu trasformato da Klas Ingesson, appunto nello scorso maggio, in Bologna-Sampdoria 2-2, un rigore che costo' la aritmetica retrocessione ai liguri. Soltanto in due occasioni il Bologna ha chiuso un campionato di serie A senza tirare rigori: nel 1969/70 e nel 1977/78.
  • Due centrocampisti del Bologna hanno nel Verona la squadra a cui hanno segnato piu' gol in carriera. Uno e' l' unico ex della partita, Jonathan Binotto, che ha colpito due volte i gialloblu, cosi' come, per altro, ha fatto anche con Fiorentina, Genoa, Pescara e Reggina. L' altro e' Giancarlo Marocchi che ha segnato quattro reti ai veneti (cosi' come all' Udinese). Per altro Marocchi oltre ad avere il Verona come vittima preferita ha, tra i suoi portieri piu' battuti, Battistini: 2 le reti infilate all' estremo difensore veronese, cosi' come due Marocchi li ha segnati a Giuliani, Marchegiani, Pagliuca, Peruzzi, Zenga.
  • Da quando e' tornato in serie A mai il Bologna aveva fatto cosi' male fuori casa. Su 11 trasferte solo quattro volte i rossoblu sono usciti imbattuti e attualmente gli emiliani sono reduci da un pareggio a Lecce preceduto da sei k.o. consecutivi. E' dalla stagione 1990/91, quella che culmino' con la retrocessione in B che il Bologna non faceva cosi' male lontano da casa: 4 pareggi e 7 sconfitte era il bilancio di quell' anno dopo 11 trasferte.
  • Il Bologna e' assieme alla Reggina la squadra che segna con il minor numero di giocatori in questo campionato: appena 7.
  • Attenzione ad Andersson: inizia il mese di marzo e il gigante svedese e' il bomber degli ultimi 5 anni nel terzo mese dell' anno, con 12 gol segnati.

VENEZIA - PERUGIA

  • Squalificati: Bilica (Venezia)
  • Diffidati: Pedone, Cardone, Bettarini, Maniero, Luppi, Valtolina, Iachini (Venezia), Melli, Monaco, Mazzantini, Sogliano (Perugia)

  • 7 precedenti fra Venezia e Perugia a Sant' Elena: 5 le vittorie veneziane (ultima 2-1 lo scorso anno), 1 pareggio (0-0 nel 67/68), 1 vittoria umbra (3-0 nel 33/34).
  • Tre precedenti e perfetto equilibrio fra Oddo e Mazzone: 1 vittoria per parte ed un pareggio. Mazzone ha sempre battuto il Venezia nelle tre precedenti occasioni in cui lo ha affrontato da allenatore avversario.
  • Porta fortuna a Francesco Oddo il Perugia: proprio contro la squadra umbra il tecnico del Venezia ha ottenuto la sua prima vittoria assoluta su una panchina di serie A. Era il 5 gennaio 1997 e la sua Reggiana espugno' il "Curi" con un 3-1. Le reti furono segnate da Simutenkov (doppietta al 77' e 87'), da un autogol di Ballotta al 89' e da Parente al 90'.
  • Sono completamente opposti gli andamenti delle squadre guidate da Oddo e da Mazzone nel terzo mese dell' anno solare. Analizzando tutti i campionati in cui hanno allenato gli attuali tecnici di Venezia e Perugia, si nota che Oddo ha una media-punti a partita di 0.80 che deriva da un bilancio di 4 vittorie, 8 pareggi, 13 sconfitte (e' il periodo in cui le formazioni di Oddo vanno peggio), mentre Mazzone ha una media-punti a partita di 1.42, frutto di 33 vittorie, 46 pareggi, 23 sconfitte. Da notare la curiosita' che Mazzone, da marzo alla fine del campionato ha abitualmente una escalation positiva: dal 1.42 di marzo si passa al 2.13 di giugno attraverso l' 1.54 di aprile e l' 1.58 in maggio.
  • Alla sua quarta panchina di campionato nel Venezia, Oddo affronta quest' oggi il suo secondo scontro diretto per la salvezza, dopo aver stravinto quello contro il Cagliari. Con il nuovo tecnico sembra essersi invertita quella tendenza che vedeva Spalletti vincere piu' contro le big del campionato che non contro le dirette concorrenti alla permanenza in serie A. Se infatti consideriamo gli incontri finora disputati dal Venezia contro le squadre non facenti parte delle famose sette sorelle della serie A 99/2000, emerge che gli arancioneroverdi hanno messo insieme 2 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte con 10 punti messi nel carniere sui 39 a disposizione.
  • Il Perugia nella stagione 1999/2000 ha gia' conseguito tre vittorie esterne: 1-0 a Lecce, 1-0 a casa del Torino, 2-1 a Parma, nell' ordine. La squadra umbra ha cosi' gia' eguagliato il proprio record di vittorie esterne in un solo campionato di serie A, gia' ottenuto nel 1978/79 ed eguagliato 1980/81. Al prossimo successo sara' il Perugia 99/2000 il piu' corsaro fra tutti quelli che hanno preso parte alla massima divisione.
  • Centesima gara nel calcio professionistico italiano per Marco Materazzi che ha messo insieme 26 presenze in A, 33 in serie B, 31 in serie C, 4 in coppa Italia, 2 in Intertoto, 3 nei play-off di serie C. Il debutto avvenne l'11 settembre 1994 in Trapani-Siracusa 2-2. Le casacche con cui ha totalizzato le sue finora 99 presenze sono: Trapani, Perugia, Carpi.
  • Momento di crisi per il Perugia che nelle ultime 5 partite non ha mai vinto: due pareggi e tre sconfitte costituiscono il bilancio.

UDINESE - CAGLIARI

  • Squalificati: Lopez (Cagliari)
  • Diffidati: Manfredini (Udinese), Ametrano, Di Liso, Zebina, Sulcis, Macellari, Oliveira, De Patre, Lopez (Cagliari)

  • A Udine 16 confronti ufficiali fra le due squadre: 7 le vittorie bianconere (ultima 2-1 lo scorso anno), 7 anche i pareggi (ultimo 1-1 del 93/94), appena 2 i successi sardi (ultimo 1-0 del 80/81)
  • Due precedenti con una vittoria per parte fra i tecnici De Canio ed Ulivieri.
  • L' Udinese e' ancora a quota zero nella casella degli espulsi: l' ultimo fu Bachini il 3 aprile scorso, in Piacenza-Udinese 4-3.
  • Gara 200 in A per Turci: esordio il 29/8/93 Juventus-Cremonese 1-0. I gettoni sono stati messi insieme con le casacche di Cremonese ed Udinese.
  • Turni di coppa Uefa pericolosi per l'Udinese che nei sei precedenti incontri di campionato successivi all' impegno continentale ha vinto una sola volta, proprio all' andata contro il Cagliari: 3-0.
  • Due sole vittorie in assoluto per il Cagliari in questo campionato: la formazione sarda e' quella che ne ha ottenute di meno in questa stagione e rischia di battere il proprio record negativo in un torneo di A: il primato negativo cagliaritano e' di 5 successi stagionali nel torneo 75/76. Il Cagliari e' la squadra che ha fatto piu' pareggi, 11.
  • 7 punti gettati nella ripresa dal Cagliari: la squadra isolana e' quella che piu' di tutte nella serie A 99/00 spreca nei secondi tempi i risultati positivi ottenuti al 45'.
  • Cagliari senza vittorie esterne in campionato dal 2 maggio scorso: 3-1 a Bologna.

JUVENTUS - BARI

  • Squalificati: Montero, Tacchinardi (Juventus), Garzja (Bari)
  • Diffidati: Davids, Del Piero (Juventus), Innocenti, Collauto, Neqrouz, Osmanovski, De Rosa, Garzja (Bari)

  • 28 precedenti tra le due squadre: 22 vittorie torinesi (ultima 1-0 nel 97/98), 5 pareggi (ultimo 1-1 lo scorso anno), 1 sola vittoria barese (2-1 nella coppa Italia 83/84).
  • 6 precedenti fra Ancelotti e Fascetti con il tecnico viareggino mai vittorioso: 1 pareggio per lui e ben 5 sconfitte.
  • Bari senza successi da 5 turni: 2 pareggi e 3 sconfitte. In trasferta i baresi sono rimasti gli unici in questo campionato a non aver ancora pareggiato: l' ultimo ics esterno risale al 11 aprile scorso, 2-2 a Firenze.
  • Fascetti amante del turn-over: il tecnico barese e' l' unico ad aver sfruttato tutte le 69 possibili sostituzioni dopo 23 turni.
  • Juventus imbattuta in casa dal 9 maggio scorso quando fu sconfitta 2-0 dal Milan. Nell'attuale campionato i bianconeri hanno la miglior difesa assoluta (11 reti subite). Inoltre la Juventus non perde in assoluto da 19 giornate (unica sconfitta 2-0 a Lecce il 26 settembre scorso) nelle quali ha ottenuto un bilancio di 12 vittorie e 7 pareggi.
  • La Juventus non subisce un rigore in campionato da 38 giornate. L'ultimo le fu assegnato in Cagliari-Juventus del 31 gennaio 1999, seconda giornata di ritorno del torneo 1998/99, e fu fallito da Roberto Muzzi. La Juventus nella propria storia ha gia' chiuso cinque campionati senza subire alcun rigore, l' ultimo dei quali nel 1981/82.
  • Gara n. 400 in A per Ciro Ferrara che debutto' nella massima divisione in data 5/5/1985: Napoli-Juventus 0-0

MILAN - INTER

  • Squalificati: Georgatos (Inter)
  • Diffidati: Ambrosini, De Ascentis, Ayala, Shevchenko (Milan), Vieri, Fresi, Panucci (Inter)

  • 76 precedenti ufficiali a casa-Milan: 24 le vittorie rossonere (ultima 5-0 nel 97/98), 23 i pareggi (ultimo 2-2 lo scorso anno), 29 vittorie nerazzurre (ultima 3-2 nella coppa Italia nel gennaio scorso).
  • 16 precedenti tra Zaccheroni e Lippi: in vantaggio il tecnico nerazzurro con 6 vittorie, 4 quelle di Zaccheroni, 6 anche i pareggi.
  • Milan imbattuto fra le mura amiche dal 26 settembre 1998: 1-3 contro la Fiorentina. Da 29 partite consecutive il Milan segna almeno un gol in gare casalinghe di campionato. L'ultimo digiuno è datato 26 aprile 1998, 0-0 contro il Napoli già retrocesso.
  • Inter in serie utile da 7 giornate nelle quali ha conquistato 5 vittorie e 2 pareggi. La squadra nerazzurra e' la cooperativa del gol nella serie A 1999/2000: quattordici i calciatori gia' andati in rete almeno una volta.
  • Nelle ultime 5 partite esterne di campionato l' Inter e' sempre andata in rete: a Bari, Firenze, Verona, Parma e Piacenza.
  • 11 turni utili consecutivi per il Milan: 7 vittorie e 4 pareggi è il bilancio di questo periodo. I rossoneri nelle nove giornate del 2000 hanno messo insieme 21 punti.
  • Con dodici punti conquistati nel corso dei secondi tempi, il Milan e' la squadra record nella ripresa, ovvero quella che nel campionato 99/00 migliora piu' di tutti i risultati conseguiti al 45'.
  • Jugovic ha proprio nel Milan (insieme all'Udinese) e in Sebastiano Rossi le sue vittime preferite. Dei 40 gol segnati da quando è in Italia il centrocampista ne ha infatti segnati 3 rispettivamente alla squadra rossonera e al suo portiere di riserva, che guidano così la speciale classifica.
  • E il portiere di riserva del Milan ha proprio nell'Inter la squadra da cui ha subito il maggior numero di reti, 35 delle 428 da lui complessivamente subite.
  • Attenzione a Shevchenko: l' ucraino e' sempre andato a segno nei tre derby milanesi di questa stagione: una rete in campionato, una nel ritorno di coppa Italia, doppietta nell' andata di coppa.


RaiSport

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport