11 Ottobre 2000


archivio: CALCIO


La smania di Baronio

Il centrocampista della Lazio eletto miglior giovane della serie A

img
img
img
Il servizio
Real Video - 731980 bytes - download
img

Roma, 11 ottobre 2000

Non e' ancora al 100% della condizione fisica, pero' Roberto Baronio, eletto una settimana fa miglior giovane della serie A e reduce dalla impegnativa partecipazione olimpica, smania dalla voglia di esordire con la maglia della Lazio, magari proprio sabato contro il Perugia, ma soprattutto di sentirsi importante per Eriksson. Prima di tutto, pero', il centrocampista ci tiene a fare gli auguri ad una persona a cui deve tanto. Quel Marco Tardelli che, ai tempi dell'Under 21, ha creduto in lui, dandogli la possibilita' di diventare la promessa che e' oggi. "E' vero, a Tardelli devo molto - dice Baronio -. L'ho sentito qualche giorno fa al telefono e gli ho fatto un grosso in bocca al lupo perche' va a guidare un grande club come l'Inter". "Non so se e' pronto o meno ad allenare una formazione cosi' importante - continua il laziale -. Io, comunque, penso che lo sia. L'unica cosa certa, pero', e che sara' molto diverso rispetto a quando guidava l'under". Questa estate il presidente dell'Inter, Moratti, ha chiesto, invano, a Cragnotti la possibilita' di trattare Baronio. Ora sulla panchina nerazzurra c'e' proprio Tardelli, un tecnico che punta molto sui giovani e che conosce assai bene le qualita' del giovane biancoazzurro. Ma ormai e' tardi, taglia corto Baronio: "non penso che si possa aprire nessuna trattativa". Ora Baronio ha un pensiero fisso: "nella testa ho solo la Lazio ed e' qui che voglio ritagliarmi il mio spazio". Uno spazio, pero', difficile da conquistare in modo permanente e che si sarebbe ancor piu' ristretto per l' arrivo, poi sfumato, di Dino Baggio. Sincero, comunque da giocatore, il commento di Roberto Baronio: "in effetti il suo arrivo mi avrebbe chiuso un po' gli spazi. E in ogni caso, alla fine, sarei stato contento, anche perche' lui e' un grande campione che ha giocato in nazionale e sono certo che ci tornera"'. E a proposito di nazionale e nonostante la convocazione, il laziele ammette: "ancora non mi considero parte integrante del nuovo gruppo del Trap, anche perche' ho partecipato a un solo allenamento". Intanto, sono tornati dall'Argentina e sono scesi subito in campo Veron, Simeone e Lopez. Sempre piu' probabile, tra l' altro, il ritorno in campo di Hernan Crespo che potrebbe fare un tempo col Perugia. Quest'oggi, infine, il procuratore di Nesta ha avuto un breve incontro con Cragnotti. I due si rivedranno la prossima settimana, insieme al giocatore, per parlare del rinnovo del contratto. Il capitano chiede che gli sia ritoccato e arrivi almeno ad 8 miliardi netti a stagione fino al 2005.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport