20 Marzo 2001


archivio: CALCIO


De Canio esonerato

L'Udinese rispetta l'ultimatum, in arrivo Diaz o Spalletti

img
l'abbraccio, inutile, dei giocatori
img

Udine, 19 marzo

Un abbraccio quasi soffocante al loro allenatore, un messaggio preciso dei giocatori alla societa': vogliamo che Gigi De Canio resti il nostro allenatore.

E invece la dirigenza dell'Udinese aveva gia' deciso, in modo irrevocabile, che il tecnico sarebbe stato sostituito in caso di sconfitta con il Parma. E' ormai ufficiale che Gigi De Canio non e' piu' il tecnico della squadra friulana. Per il momento il consiglio di amministrazione del club ha affidato la squadra all'allenatore in seconda, Alessandro Zampa, in attesa di nominare un nuvo tecnico.
I nomi che circolano sono quelli di Ramon Diaz, gia' centravanti di Inter e Napoli, e di Luciano Spalletti che nel pomeriggio qualcuno ha visto in un albergo di Udine. Ma poiche' i guai non vengono da soli ecco che anche una bufera giudiziaria si abbatte sull'Udinese. La Procura della citta' friulana ha iscritto Gino Pozzo, figlio del patron della squadra friulana, nel registro degli indagati per i falsi passaporti dei brasiliani Warley e Jorginho che peraltro non sono piu' giocatori dell'Udinese, che a sua volta non sembra piu' quell'isola felice del calcio italiano.

La reazione di De Canio - "Sono dispiaciuto, ma non faccio alcuna polemica. Qualche errore l'ho fatto, ma non voglio rinfocolare polemiche ormai inutili Sono sereno anche perche' i giocatori mi hanno dimostrato tutta la loro stima. Questo significa che il lavoro svolto era condiviso. Tra noi non c'erano fratture. Peccato soltanto che ho saputo dalla stampa le decisioni della famiglia Pozzo".

il servizio di Armando Palanza
Real Video - 267446 bytes - download


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport