10 Luglio 2001


archivio: CALCIO


Juventus

Tocca a Lilian Thuram

Presentato ufficialmente il forte difensore della Juve, che si lascia alle spalle Parma

img
img
img
img
img
la conferenza stampa di Thuram
Real Video - 357770 bytes - download
img
img
img

Torino, 10 luglio 2001

Sguardo sicuro, parole chiare. Lilian Thuram si è presentato alla stampa mostrando tutto il suo carattere e la sua personalità. Quello che sa far vedere sul campo lo conosciamo tutti: campione del mondo e d’Europa, è uno dei difensori più forti al mondo, non ha bisogno di presentazioni.

In conferenza stampa ha tenuto testa alle domande dei cronisti dimostrando già di essere un campione da Juve, una squadra che, riconosce lui stesso, ha sempre ammirato per la grinta e la volontà di lottare fino in fondo, una squadra votata alla vittoria. "E’ la numero uno! - ha esordito - Guardando la storia del calcio ho visto che le grandi squadre sono sempre le stesse. La Juve è sempre stata protagonista e vincente. La Juventus ha una grinta e una voglia di vincere che le altre non hanno. Anche l’anno scorso si parlava tanto, troppo, di fuga della Roma, ma alla fine i bianconeri sono arrivati a un passo dal traguardo. Anche il fatto che a volte abbia vinto per un 1-0 o magari segnando nel finale significa che questa è una squadra che non molla mai. Chi arriva in un gruppo del genere deve avere questa mentalità, bastano uno o due giocatori che non abbiano questa fame dentro che si rovina tutto".

E Thuram ha grinta da vendere e tanta voglia di vincere. Analizzando la sua carriera, sostiene di aver fatto il percorso perfetto, mentre spesso, altri giocatori, fanno l'inverso: "Sono andato in crescendo, dal Monaco al Parma, e infine la Juve. Tanti invece partono da una grande squadra e poi dove trovano qualcosa di meglio? E’ vero che cinque anni fa ero vicino a passare in bianconero, poi però ho scelto il Parma, è stato meno rischioso. Lì ho cercato di vincere, come si fa sempre. Sarebbe stato bello farlo con un gruppo che non ci era mai riuscito, ma non è andata così. Ora sono arrivato alla numero uno, una grande squadra e una grande società".

Champions League o scudetto? Come si fa a chiedere di scegliere? "Voglio vincere tutto!" afferma il francese.

Con Marcello Lippi ha avuto modo di parlare, ma per confrontarsi sulla sua posizione in campo c’è ancora tempo. D’altronde Thuram non ha problemi a giocare da centrale o da esterno, avendo già ricoperto entrambi i ruoli: "In Nazionale gioco terzino destro perché così vuole il nostro ct, ma quando parlo con gli allenatori dico sempre che preferisco fare il centrale nella difesa a quattro. E’ giusto comunque valutare il modulo migliore per la squadra, anche se io preferisco sempre essere chiaro e dire la mia. Lippi sa come gioco e sa che posso essere utilizzato sia nello schema a tre sia in quello a quattro, deciderà lui. L’importante per un giocatore è saper dare la risposta giusta anche quando, a partita in corso, il mister decide di cambiare tattica".


RaiSport

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport