18 Luglio 2001


archivio: CALCIO


Il raduno del Verona

Verona 2001-02

Per il neo allenatore gialloblu' Malesani l'obiettivo resta la salvezza

img

Verona, 18 luglio 2001

Uno a uno sotto la curva sud chiamati a gran voce dallo speaker piu' amato dai tifosi gialloblu', l'attore veronese Roberto Puliero. E' l'inconsueta passerella, per pochi intimi perche' erano presenti circa trecento persone, con cui l'Hellas Verona ha iniziato oggi la preparazione alla nuova stagione agonistica. Applausi per tutti, ma quelli piu' convinti gli irriducibili della curva scaligera li hanno riservati a Michele Cossato - la cui rete il 24 giugno scorso a Reggio Calabria rese inutile il successo della Reggina nel secondo incontro spareggio per la salvezza - e ad Alberto Malesani il quarantasettenne neo allenatore dell'Hellas, veronese di nascita ma cresciuto professionalmente sulla sponda Chievo prima di costruirsi una carriera eccellente a Firenze e Parma.

"Verona e' una bella scommessa - ha spiegato Malesani, apparso in gran forma morale e fisica, dopo l'incidente automobilistico dello scorso anno - ma e' inutile fare discorsi faraonici. Ci saranno impegno e voglia di migliorare l'esistente sapendo che la salvezza e' gia' una grande cosa". Un concetto sposato anche dall' amministratore delegato del Verona Luigi Agnolin che oggi, assente per motivi familiari il presidente Giambattista Pastorello, ha fatto gli onori di casa. "Negli ultimi dieci campionati - ha osservato Agnolin - 30 squadre si sono avvicendate in serie A, nove di queste oggi sono in C. Questa e' una categoria difficile da conservare. La salvezza, appunto. Un obiettivo completamente diverso da quelli che lo scorso anno a Parma Malesani si accingeva a inseguire.

"Mi sono chiesto se ne valesse la pena - ha spiegato Malesani - ma e' una scelta particolare che solo io posso capire, lontana anche da tutto cio' che sono riuscito a costruire sino adesso perche' credo di aver fatto bene anche a grandi livelli". E il pensiero viaggia facile facile proprio a Parma dove il lavoro del tecnico e' stato interrotto bruscamente. Non ne parla volentieri Malesani ma una soddisfazione se la toglie. "Evidentemente qualcosa ho saputo fare - ha commentato l'allenatore - se quella societa' ora ha allontanato giocatori dalla forte personalita' mentre io ero sempre stato in grado di gestirli. Non ho mai avuto problemi a gestire gruppi con grandi campioni. A Firenze Edmundo non ha mai fatto storie se lo lasciavo in panchina".

Ecco i quadri del Verona Hellas 2001-2002:

  • Portieri: Domenico Doardo (1974), Fabrizio Ferron (1965), Gianluca Pegolo (1981).
  • Difensori: Nicola Di Liso (1974), Giancarlo Filippini (1968), Natale Gonnella (1976), Massimo Oddo (1976), Anthony Seric (1979), Carlo Teodorani (1977), Marco Zanchi (1977).
  • Centrocampisti: Mauro Camoranesi (1976), Marco Cassetti (1977), Giuseppe Colucci (1980). Leonardo Colucci (1972), Vincenzo Italiano (1977), Alessandro Mazzola (1969), Martino Melis (1973), Emiliano Salvetti (1974).
  • Attaccanti: Bolzan Adailton (1977), Michele Cossato (1970), Andrea Cossu (1980), Mario Frick (1974), Alberto Gilardino (1982), Luca Matteassi (1979), Adrian Mutu (1979).

  • Allenatore: Alberto Malesani
  • Allenatore portieri: Fabrizio Paese
  • Preparatori atletici: Anselmo Malatrasi, Loris Nadal.

  • Programma amichevoli:
    • 26 luglio, Malles (Bolzano), ore 18.30; Verona-Val Venosta
    • 29 luglio, Malles (Bolzano), ore 17: Verona-Alto Adige.
    • 5 agosto, Rovereto (Trento): ora da definire: Verona-avversario da definire.
    • 13 agosto, Rovereto (Trento): ora da definire: Verona-avversario da definire.


Bruno Pizzul

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport