5 Novembre 2001


archivio: CALCIO


Via Terim, arriva Ancelotti

Sconfitta fatale: il Milan esonera il tecnico turco e soffia al Parma il suo successore

img
img
img
img
img
Rapporto tormentato tra Terim e il calcio italiano
Real Video - 292343 bytes - download
Il Milan ingaggia Carlo Ancelotti
Real Video - 361476 bytes - download
img
img

Milano, 5 novembre

Tutta colpa di quel dischetto. Di quel cerchio bianco, simbolo nel calcio di speranze e paure, dal quale Pippo Inzaghi (come gią Marcelo Salas) ha disegnato una traiettoria improbabile condannando il Milan alla seconda sconfitta in campionato. Quel pallone spedito quasi in curva ha deciso il destino di Fatih Terim.

L' ''imperatore'' lascera' la panchina rossonera, per scelta del club, che non ha piu' tempo di aspettare, di apsettarlo. Il Milan ingaggia Carlo ancelotti, con buona pace del Parma che fino a ieri lo aveva in pugno, ma che gli eventi ed il maggiore appeal rossonero hanno sorpassato. Ma perche' il club di Via Turati da' il benservito a Terim, il tecnico che secondo il progetto di Berlusconi doveva essere l'uomo della rinascita milanista? Perchč il disegno del turco non ha ancora controni definiti, perche' non si puo regalare un tempo agli avversari sperando (come nel derby) che i ritocchi dell'intervallo cambino la partita; perche' non si possono creare equilibri in una squadra costiruita da troppo unomini d'attacco, perche' non si possono prendere 12 gol in 9 partite (peggior difesa nella sotria rossonera degli ultimi 18 anni) e, forse, non si possono sostituire nella stessa partita Albertini e Rui Costa; ovvero uno dei leader della vecchia guardia e l'uomo-copertina del mercato berlusconiano. Tutto questo, ed altro, alla base di questo esonero.


Marco Mazzocchi

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport