4 Settembre 2001


archivio: CALCIO ESTERO


Qualificazione mondiale a rischio per i tedeschi

Germania in crisi

La sconfitta contro l'Inghilterra spinge l'allenatore tedesco Voeller a pensare alle dimissioni

img
img
img
img
img
img
img
img
img
img

Berlino, Germania, 4 settembre 2001

Dopo la disfatta con l'Inghilterra e la storica sconfitta per 5-1 in casa, i vertici della federcalcio tedesca (Dfb) si sono schierati a sostegno del ct della nazionale rudi Voeller, al quale andrebbe la piena fiducia anche nel caso di una mancata qualificazione della Germania ai mondiali del 2002 in estremo oriente.

"Naturalmente, noi faremo tutto il possibile perche' Rudi Voeller resti, ma io non ho alcun motivo di pensare che cio' sia in dubbio", ha detto il presidente del Dfb Gerhard Mayer-Vorfelder al quotidiano Sueddeutsche Zeitung. In altre dichiarazioni, sempre oggi, alla Frankfurtzer Allgemeine Zeitung ha sottolineato l'intenzione della federazione di "lottare per la permanenza di Voeller anche nel caso non ci dovessimo qualificare ai mondiali".

Lo stesso Voeller tuttavia - parlando ieri sera a Monaco nella prima conferenza stampa dopo la batosta con gli inglesi - ha mostrato una posizione diversa, sostenendo che una mancata qualificazione metterebbe una "seria ipoteca" sull'allenatore.

"Restare non sarebbe la soluzione migliore", ha detto Voeller, che ha evitato comunque di pronunciare la parola 'dimissioni'. "Ora penso solo al prossimo incontro con la Finlandia", ha aggiunto.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport