7 Febbraio 2000


archivio: CICLISMO


Doping

Gotti deferito

Adesso rischia due anni di squalifica per 'doping ematico'

img
img
img
l servizio di Alessandra De Stefano
Real Video - 160282 bytes - download
img

7 febbraio 2000

"Doping ematico": e' la motivazione con cui la procura antidoping del Coni ha deferito Ivan Gotti alla federazione ciclistica monegasca e a quella italiana per opportuna conoscenza e per l'eventuale esclusione dalla nazionale.
Con Gotti deferiti anche Alessandro Bertolini, Gianluca Bortolami, Gianni Faresin e Giorgio Furlan. Rischiano tutti due anni di squalifica.

Il procedimento di deferimento e' scattato in base ad elementi indiziari: gravi, precisi e concordanti, che sono emersi dalle carte processuali fornite dal procuratore bolognese Giovanni Spinosa.
"La posizione di Gotti - ha spiegato Giacomo Aiello, il capo della procura del Coni - e' particolarmente complessa in quanto e' cittadino italiano ma tesserato con la federazione monegasca, comunque e' un corridore di interesse nazionale. Per questo abbiamo chiesto il deferimento sia alla federazione di Montecarlo sia a quella italiana, ora si dovra' individuare l'organo di giudizio competente. Comunque, non si esaurisce del tutto l'inchiesta partita dalle carte inviate da Bologna, noi abbiamo esaminato al momento solo le posizioni piu' delicate e se dovessimo trovarne di analoghe scatteranno automaticamente i deferimenti".

Altissimi i valori di ferritina per Gotti, superiori a mille - i valori normali sono intorno a 250. Per Gotti e Furlan, inoltre, la posizione e' ulteriormente aggravata, perche' entrambi sono stati anche accusati di uso di sostanze appartenenti a classi proibite.
Tutti i corridori al momento non sono stati, come di consueto, sospesi in via cautelare, ma rischiano la sospensione gia' dal primo grado di giudizio.
Nel caso dovesse essere confermata, con la squalifica, la tesi accusatoria, si aprirebbero nuove strade di indagini anche alla magistratura ordinaria che ha sempre ritenuto gli atleti "vittime". D'ora in poi per loro potrebbero scattare i provvedimenti della legge sull'illecito sportivo.
La procura antidoping ha gia' provveduto a chiedere a tutte le procure interessate l'incartamento processuale su Pantani per aprire un fascicolo sul romagnolo.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport