1 Dicembre 2000


archivio: CONI


L'antidoping

La giunta del Comitato Olimpico ha nominato la commissione

img
img

Il Coni ha una nuova commissione scientifica antidoping in sostituzione di quella che, presieduta da Carlo Bernasconi, era stata "sospesa" in seguito alla fuga di documenti e dati sui valori del sangue degli azzurri dell'olimpiade di Sidney 2000. L'ha nominata la giunta.

Al posto del professor Bernasconi siedera' Luigi Frati, ex presidente del consiglio superiore della sanita' e attuale preside della facolta' di medicina dell'universita' romana la Sapienza.

Con lui sono stati nominati i professori Roberto Foa', ematologo, Francesco Minuto, endocrinologo, Marcello Chiaretti, tossicologo, rodolfo paletti, farmacologo, Maurizio Brunori, biochimico, Tullio Manzoni, fisiologo, Aldo Isidori, endocrinologo, Mauro Barnim medico legale, Fedele Manna, chimico farmaceutico, Piergiorgio Zuccaio, analisi chimico-cliniche, Marco Valenti, statistica medica.

La commissione comincera' i lavori l'1 gennaio 2001 e sara' integrata da un giurista e da "un uomo e una donna" scelti tra i campioni dell'agonismo al fine di "recuperare un rinnovato rapporto di fiducia con gli atleti".

Previsti anche consulenti esteri come il francese Alain Garnier, presidente del comitato antidoping del consiglio d'Europa e membro dell'Ama, agenzia mondiale antidoping.

Sempre sul fronte medico l'esecutivo Coni ha deliberato l'istituzione di un comitato tecnico-scientifico guidato dalla federmedici sportivi presieduta dal professor Giorgio Odaglia.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport