24 Maggio 2000


archivio: EQUITAZIONE


Csio di Roma

Al via Piazza di Siena

Poche ore all'apertura del 67 concorso ippico internazionale

img
img
img
img
img

Roma, 25 maggio 2000

Un'amazzone e 22 cavalieri rappresenteranno l'Italia nella 67 edizione del Concorso ippico di Piazza di Siena che prendera' il via domani. Per il secondo anno consecutivo la Federazione italiana sport equestri ha adottato un criterio 'misto' di selezione. Un gruppo di cavalieri si e' infatti qualificato in occasione dei Campionati italiani assoluti di Magreta (Modena) disputati dal 22 al 25 aprile, con i migliori 12 classificati del campionato ammessi di diritto al prestigioso concorso capitolino.

Al commissario tecnico e' invece stato affidato il compito di scegliere i rimanenti 10 cavalieri del contingente italiano. Ai 22 azzurri si e' inoltre aggiunto il campione italiano Young riders 2000, Gianluca Lupinetti, che ha ottenuto il 'lasciapassare' per lo Csio di Roma grazie ad un invito speciale del comitato organizzatore per il quale e' stata rilasciata un'apposita autorizzazione da parte della Federazione equestre internazionale.

Questi i cavalieri italiani selezionati: primi 12 classificati del Campionato italiano assoluto: Roberto Arioldi, Natale Chiaudani, Bruno Chimirri, Leonardo Falomo, Enrico Maria Frana, Alessandro Grossato, Giovanni Lucchetti, Alessia Marioni, Dario Minutoli, Lorenzo Toscano, Gianluca Ugori, Mario Verheyden. Selezionati dal coordinatore tecnico: Andrea Bracci, Vincenzo Chimirri, Davide Gorla, Gianni Govoni, Claudio Minardi, Filippo Moyersoen, Filippo Rizzi, Giuseppe Rolli, Jerry Smit e Valerio Sozzi. Invitato speciale comitato organizzatore: Gianluca Lupinetti.

Per la prima volta nella storia il Concorso ippico internazionale di sara' coperto da un monitoraggio video assistito da una rete di quattro microvideocamere integrate ad un server, del peso di 400 grammi ognuna. Ogni videocamera trasmettera' autonomamente fino a 10 immagini al secondo il che significa poter navigare sulle pagine del web sul sito www.fise.it. sono 260 i box prefabbricati in legno che ospitano i cavalli protagonisti e tutta l'area delle scuderie del galoppatoio di villa borghese e' recintata ed allestita secondo le normative di sicurezza della federazione equestre internazionale. La disposizione e' quella tradizionale con corridoi coperti. Per l'alloggio dei Grooms (il personale addetto alla cura dei preziosi atleti a quattro zampe) sono stati predisposti 16 container ed i relativi servizi. Tre torri faro assicurano l'illuminazione perimetrale dell'area che e' servita da cinque colonnine di distribuzione elettrica (30 attacchi luce per i Van) e da una rete di punti idrici che serve tra l'altro le quattro stazioni doccia per i cavalli. Per accudire i cavalli sono state fatte arrivare 150 balle di fieno, 350 di paglia, 350 balle di trucioli per le lettiere dei box e 50 quintali di avena.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport