25 Febbraio 2002


archivio: CALCIO - NAZIONALE


Under 21

Girone di ferro

Per le finali dell'Europeo Under 21, azzurrini con Inghilterra, Portogallo e Svizzera

img

Nyon (Svizzera), 25 febbraio 2002

L'Italia affrontera' Inghilterra, Portogallo e Svizzera nel gruppo 1 della fase finale dell'europeo under 21.

Gli azzurrini di Gentile, inclusi nel gruppo 1, giocheranno a Basilea e Zurigo. Nell'altro raggruppamento ci sono Grecia, Belgio, Francia e Repubblica Ceca. Si qualificano le prime due, poi la formula prevede l'eliminazione diretta.

L'Uefa ha poi stabilito anche il calendario dei gironi per la fase finale dell'europeo under 21. L'Italia esordira' il 17 maggio, venerdi', contro il Portogallo a Basilea; secondo incontro il 20 maggio contro l'Inghilterra, sempre a Basilea. Chiusura a Basilea contro la Svizzera, il 22. Le semifinali sono previste per il 25 a Basilea e Zurigo, la finale il 28 a Basilea.

Inghilterra, Portogallo ed i padroni di casa della Svizzera. Non e' stata certo clemente l'urna dell'Uefa nello scegliere le avversarie dell'Italia per la fase finale dell'europeo under 21. Nel secondo girone la forte Francia ha pescato Grecia, Belgio e Repubblica Ceca. E infatti la delegazione italiana a Nyon, guidata dal segretario Luigi Culini e dal ct Claudio Gentile, non sprizza gioia dopo il sorteggio.

"Il nostro gruppo e' difficilissimo - afferma Claudio Gentile -. Inghilterra e Portogallo sono formazioni di grande tradizione e la Svizzera gioca in casa". Il ct azzurro assicura di aver gia' visionato diverse cassette degli avversari, ma, aggiunge, "avremo un idea diretta del valore dell'Inghilterra il prossimo 26 marzo, quando la affronteremo in amichevole". Considera comunque "il collettivo delle tre avversarie di grande qualità", e si dice contento di essere stato inserito nel girone "svizzero-tedesco" perchè "giocando a Basilea, non dovremo spostarci in caso di qualificazione per le semifinali. Inoltre, in quella regione vi sono numerosi emigrati italiani e contiamo molto sul loro tifo".

Claudio Gentile, che ha restituito la coppa all'Uefa appena concluso il sorteggio, vorrebbe recuperare il trofeo sin dal prossimo maggio. "Da quattro anni l'Italia trionfa a livello di under 21. Mi dispiacerebbe molto abbandonare il primato".

Il ct inglese conosce bene il calcio italiano. David Platt ha infatti giocato nel Bari e nella Sampdoria, squadra che ha anche allenato per qualche mese. "Fra i giocatori della under 21 azzurra - spiega - sono rimasto impressionato da Pirlo, che puo' far la differenza in qualsiasi momento". Platt, dopo l'Italia, ad aprile incontrera' in amichevole anche il Portogallo, altro avversario del girone: "Queste gare daranno indicazioni interessanti, ma comunque sono convinto che la mia rosa sia molto competitiva. Il problema principale non e' trovare giovani di talento, ma scegliere quelli che dovranno restare a casa!". La stella e' il centrocampista del West Ham Joe Cole, che pero' Eriksson potrebbe portare ai mondiali. Di notevole caratura anche il mediano Davis del Fulham e l'attaccante Defoe del West Ham.

Per Agostinho Oliveira, tecnico portoghese, "l'Italia, campione in carica merita particolare rispetto". Il movimento giovanile portoghese ha pero' trovato nuova linfa. "Siamo sempre stati competitivi a livello under 16 e under 18 - sottolinea Oliveira - ma e' solo la seconda volta che partecipiamo alla fase finale dell'europeo under 21. I giovani, una volta diventati professionisti, non trovavano sbocchi nelle prime squadre. Con la creazione delle squadre riserve dei grandi club, i ragazzi maturano piu' facilmente". La stella Simao andra' al mondiale, ma attenzione agli attaccanti Helder Postiga e Candido Costa (entrambi del Porto) e al 19enne fantasista Quaresma (Sporting), atteso come l'erede di Figo.

Sulla carta, la Svizzera e' la rivale piu' abbordabile del girone. Il ct Bernard Challandes ne e' consapevole: "Non disponiamo della tradizione calcistica delle nostre avversarie, ma giocheremo a fondo le nostre chances. Un buon percorso dei nostri giovani puo' aiutarci ad ottenere l'organizzazione dell'Europeo 2008", per il quale la Svizzera e' candidata assieme all'Austria. Tre elementi giocano regolarmente nella nazionale maggiore: il centrocampista Cabanas (Grasshoppers) autore di otto reti nella fase qualificativa, il laterale sinistro Magnin (Werder Brema) e la punta Frei, del Servette.


RaiSport

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport