16 Febbraio 2002


archivio: NBA


MJ all'ultimo secondo

E' la terza volta dall'inizio dell'anno, la 28 in assoluto

img
img
img

Washington, 16 febbraio 2002

Michael Jordan l'ha fatto di nuovo: con un canestro all'ultimo secondo ha dato la vittoria alla sua squadra, i Washington Wizards nella partita di ieri notte contro gli Orlando Phoenix. E' la terza volta dall'inizio della stagione che MJ realizza il canestro vincente battendo la sirena di fine partita, la ventottesima nella sua incredibile carriera che l'ha visto vincere con la maglia dei Chicago Bulls sei campionati Nba e dieci classifiche come miglior marcatore.

Il Jordan di questa terza parte di carriera dopo i due famosi ritiri non e' di molto inferiore alle versioni precedenti. Con venticinque punti di media a partita e' il settimo realizzatore del campionato. Un risultato semplicemente eccezionale per un atleta che sta per compiere 39 anni e che ha passato gli ultimi tre anni della sua vita a giocare a golf. Ma ancora piu' eccezionale e' il modo in cui Michael Jordan ha trasformato una squadra che l'anno scorso era nota come l'armata brancaleone della lega in una squadra di tutto rispetto. Con la vittoria di ieri, i Wizards si sono portati al quinto posto della East Division con 27 vittorie e 23 sconfitte. Lo scorso anno avevano chiuso il campionato con un imbarazzante 19 vittorie e 63 sconfitte.

Ieri sera il nuovo capitolo della sua gloriosa partita. A una manciata di secondi dal termine e con i Suns in vantaggio per 96 a 95, Michael Jordan ha preso palla, ha dribblato, si e' elevato e ha scottato il tiro. Quando la palla e' entrata dando la vittoria ai Wizards, lo stadio e' letteralmente esploso in un applauso a scena aperta. Fin qui nulla di strano senonche' i Wizards giocavano fuori casa.


RaiSport

Copyright RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport