WebRAISport News
Archivio: RUGBYPubblicato il 18 Luglio 1998

L'Italia a Roma
La nazionale di rugby verra' ospitata dallo Stadio Flaminio

img
img
img
img
img

Roma, 18 luglio '98

Sara' lo Stadio Flaminio di Roma ad ospitare le partite casalinghe della nazionale italiana di rugby, durante il Sei nazioni. "E' stata una scelta politica - dichiara Giancarlo Dondi, presidente della Federazione italiana rugby - lo stadio verra' ristrutturato e messo permanentemente a disposizione sia della nazionale che delle due squadre romane che militano in serie A". La discussione sulla vendita dei diritti televisivi dell' evento si terra' nel prossimo autunno. "Probabilmente - aggiunge Dondi - per il primo anno giocheremo due partite fuori casa e le altre al Flaminio". Alessandro Troncon, giovane mediano di mischia della nazionale ritiene che la designazione di Roma sia la piu' giusta, visto che negli altri cinque paesi partecipanti le partite del torneo piu' antico d' Europa si giocano nelle rispettive capitali. La scelta non ha colto di sorpresa Andrea Sgorlon, terza linea: "il veneto non ha fatto grandi manovre per ottenere il Sei nazioni anche se l' affluenza del pubblico sarebbe stata garantita. In fondo, pero', Roma forse e' la citta' piu' adatta. Bisognera' vedere se riusciranno a rendere grande l' evento, cosi' da avere un ottimo ritorno sia di immagine sia economico per questo sport che meriterebbe piu' attenzione. La cosa importante, comunque, sara' giocare ad alti livelli, noi ce la metteremo tutta". Roma "fara' di tutto per onorare la scelta della Federazione italiana rugby e l'attenzione di tutti i paesi europei verso la nostra citta". Lo assicura l'assessore allo sport del Campidoglio Riccardo Milana. "La scelta - considera Milana - e' caduta su di noi perche' nelle altre nazioni si gioca nelle diverse capitali, ma anche perche' il nostro lavoro di preparazione ha accresciuto il valore della nostra proposta". "Ospitare a Roma il Sei nazioni - prosegue l'assessore allo sport capitolino - significa anche dare un impulso maggiore alla crescita e alla promozione di questa affascinante disciplina, tenendo conto anche dell'aspetto turistico che avra' senza dubbio una sua incidenza gia' nel 2000, ma sicuramente in misura crescente negli anni successivi".



Archivio News ----- Argomenti Autori Ultima ora Cerca
------------------------------
[ RAI Sport ] Copyright © 1996-98 RAISPORT
Realizzato da NetLine
Redazione Internet RaiSport
Commenti a "raitgs@tin.it
[ RAI ]