24 Aprile 2001


archivio: MOTO - SUPERBIKE


Il Gp d'Australia

img
img

Il maltempo ha flagellato la terza prova del Mondiale Superbike. Il tracciato di Phillip Island, 150 chilometri a sud di Melbourne, è stato investito da una violenta perturbazione che ha portato fin dal mattino pioggia e vento fortissimi.

I warm up, la prima gara Superbike e la Supersport sono partite regolarmente, pur in condizioni difficili. Ma l'intensificarsi delle precipitazioni ha costretto gli organizzatori a cancellare la gara-2 della Superbike. E' la prima volta, da quando è stato creato il Mondiale delle 4T (1988), che un evento viene cancellato per il maltempo.

  • EDWARDS DOMINA GARA1 - La sfida è durata appena due giri. Il tempo necessario a Colin Edwards per piegare la resistenza di Troy Bayliss e fuggire tutto solo alla conquista del secondo trionfo stagionale. Se il primato del campione del mondo non è mai stato in discussione, ha fatto scintille la lotta per il secondo posto tra lo stesso Bayliss e il giapponese Okada, seconda guida Honda. A sei giri dalla fine l'ex pilota GP 500 è riuscito a sbarazzarsi definitivamente del ducatista andando a completare la doppietta Honda. Okada, quattro volte a secco nelle manche precedenti, ha scritto finalmente il suo nome nella classifica iridata mentre Bayliss ha colto il quinto podio consecutivo.
  • APRILIA MAI IN PARTITA - Per Troy Corser, scattato dalla pole, i problemi sono cominciati fin dal via. L'australiano si è ritrovato in mezzo al gruppo, transitando addirittura in sedicesima posizione al termine del terzo dei ventuno passaggi. Ma da li' Corser ha iniziato una veemente rimonta che lo ha portato alla sesta posizione finale. Troy ha approfittato anche delle numerose cadute, tutte senza problemi, che hanno visto coinvolti tra gli altri protagonisti come Bostrom, Izutsu, Lavilla, Bussei, Xaus, Laconi e Borja. E' invece riuscito ad arrivare in fondo, e in un'ottima quarta posizione, il giapponese Yanagawa (Kawasaki), primo dei piloti con moto a quattro cilindri. Ha preceduto la sorpresa del giorno, il diciannovenne Broc Parkes straordinario quinto con la Ducati affidata al team satellite NCR. Il pupillo dell'ex iridato 500 Wayne Gardner è incappato in una scivolata a metà gara ma non ha perso troppo tempo a rialzarsi e a riprendere la corsa, riuscendo a precedere il ben più noto connazionale Corser!
  • CAMBIO DELLA GUARDIA - La manche singola ha comunque prodotto importanti riflessi sulla classifica iridata. Troy Bayliss ha scalzato Troy Corser che guidava dal primo round di Valencia. Mentre Edwards, fermato da una rottura meccanica a Kyalami, riporta la Honda in piena corsa per la vittoria finale.
  • DOMINIO AUSTRALIANO IN SUPERSPORT - Sotto la pioggia battente niente da fare contro gli specialisti australiani. Sulla pista di casa Kevin Curtain ha vinto la sua prima gara iridata mentre la Honda, che già si era imposta nell'apertura di Valencia con Pere Riba, conferma l'ottima competitività della nuova CBR600F. Il podio è stato completato da Fergusson (Honda), al rientro dopo lo stop per infortunio durante i test invernali, e da Pitt (Kawasaki). Tra gli europei si è salvato Vittoriano Guareschi (Ducati) che è partito male producendosi però in una incredibile rimonta che lo ha portato fino al quarto posto. Il parmense ha preceduto Riba (Honda), ancora leader del campionato, l'australiano Thomas (Ducati) e il poleman Paolo Casoli (Yamaha). [ SBK Press Office ]


    RaiSport

Copyright © RaiSport
A cura di ...

Red. Internet RaiSport
Scrivi a RaiSport